L’influencer Siu ancora grave in ospedale, scarcerato il marito indagato

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Dopo tre giorni di detenzione, Jonathan Maldonato, il marito 37enne dell’influencer Soukaina El Basri, conosciuta sui social come Siu, è stato scarcerato e ha fatto ritorno nella casa dei genitori, in un paese della provincia di Biella. La decisione è stata presa dal gip, che ha ritenuto non sussistere i presupposti per il mantenimento in carcere dell’uomo, al momento indagato per tentato omicidio ma che si è sempre dichiarato innocente.

Siu ancora ricoverata in rianimazione, ma fuori pericolo

Siu, ancora ricoverata in rianimazione all’ospedale Maggiore di Novara per la grave ferita al torace, è considerata fuori pericolo dai medici. La donna però non ha ancora avuto la possibilità di parlare con gli inquirenti, in attesa del consenso da parte del personale medico. Il provvedimento emesso dal gip impone a Maldonato di non avvicinarsi alla moglie e l’obbligo di dimora presso l’abitazione dei genitori, dove si era già trasferito con le figlie dopo il sequestro della villetta di Chiavazza, alla periferia di Biella, residenza della coppia.

Maldonato si dichiara estraneo ai fatti durante l’interrogatorio

Durante l’interrogatorio di convalida dell’arresto, durato cinque ore, Maldonato ha risposto alle domande ribadendo la sua estraneità ai fatti. Inizialmente, aveva parlato di un incidente domestico, versione confermata da Siu all’arrivo in ospedale a Biella prima di perdere conoscenza. Poi ha sostenuto la tesi del tentato suicidio della donna, attribuendolo a una situazione di depressione e affermando di aver nascosto l’accaduto su richiesta della moglie, timorosa di un possibile ricovero in psichiatria. Gli inquirenti però non hanno mai ritenuto credibili queste versioni, propendendo invece per l’ipotesi di tentato omicidio. Secondo gli investigatori, la ferita sul corpo dell’influencer sarebbe stata inferta con un cacciavite o un punteruolo, arma che al momento non è stata ancora rinvenuta.

Sviluppi nelle indagini: sigilli strappati nella villetta di Chiavazza

Nel frattempo, qualcuno sarebbe entrato nella villetta di Chiavazza, strappando i sigilli dell’autorità giudiziaria. Secondo gli inquirenti, potrebbe trattarsi dello stesso Maldonato. Un sopralluogo nella villetta di Chiavazza è previsto per martedì, ad opera del pool di legali che assiste l’influencer. La procura è in attesa di poter interrogare la donna, non appena i medici daranno il loro consenso. Sarà fondamentale ascoltare la testimonianza della vittima, non appena le sue condizioni di salute lo consentiranno, per ricostruire quanto accaduto.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Alzi la mano chi non ripensa con una certa ansia ai giorni dell’esame di maturità. Oggi, 526.317 ragazzi italiani hanno affrontato questa sfida, che ha lasciato ricordi indelebili anche tra i personaggi famosi. Alcuni di loro si sono distinti con voti eccezionali, mentre altri hanno ottenuto risultati più modesti. Scopriamoli insieme. I voti dei politici […]