Messaggi vocali: perché ci piacciono così tanto?

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Oggi la maggior parte delle nostre comunicazioni avviene tramite app di messaggistica istantanea che consentono la condivisione di immagini video, inclusi i messaggi vocali.  

Molte persone amano esprimersi in modo più naturale rispetto al testo. Secondo i dati resi disponibili da Whatsapp, relativi al 2022, vengono inviati più di 7 miliardi di messaggi vocali al giorno.

Introdotti nel 2013, oggi sono uno degli strumenti più popolari e possono essere ascoltati in background anche quando la chat è chiusa e ad una velocità aumentata.

Ma quali sono i motivi che spingono sempre più persone a utilizzarli?

I vantaggi dei messaggi vocali

Uno dei fattori che influenza l’utilizzo dei messaggi vocali, rispetto a quelli testuali è l’ambiente circostante così come l’interlocutore. Ricevere messaggi audio potrebbe risultare noioso o fastidioso perché ci distoglie dalle azioni che stiamo facendo, ma è considerato il mezzo di comunicazione migliore quando si vuole mantenere un tono informale e parlare con amici.

I messaggi vocali oltre a essere pratici e comodi sono il segno di un maggiore investimento relazionale. Capita spesso quando ci sia un conflitto in corso si passi dai messaggi testuali a quelli audio. I messaggi vocali trasmettono il tono emotivo di una conversazione.

Spesso preferiamo inviare un audio piuttosto che effettuare una chiamata per praticità. Un messaggio vocale può essere registrato quando si è in movimento, cancellato ed è più veloce e immediato e non c’è bisogno di perder tempo a digitare del testo.

I messaggi vocali trasmettono sfumature emotive e paralinguistiche come il tono, il volume, l’intonazione, l’inflessione e possono rendere il messaggio più chiaro ed evitare incomprensioni.

Comunicare ha anche e soprattutto lo scopo di creare e mantenere le relazioni e i messaggi vocali sono proprio l’input utile per generare un maggiore impatto emotivo rispetto a un semplice teso con emoji.

Foto da Depositphotos.com

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Gli shirataki sono un tipo di noodle tradizionale giapponese che sta guadagnando popolarità in tutto il mondo per le sue proprietà uniche e i suoi benefici per la salute. Questi noodles sono realizzati dalla radice di konjac, una pianta che cresce in alcune parti dell’Asia. Il nome “shirataki” significa “cascata bianca”, un riferimento all’aspetto traslucido […]

Perdere peso sì ma a quale prezzo? Un team di ricerca statunitense ha scoperto un’inquietante associazione tra l’uso della semaglutide, un noto farmaco per perdere peso, e un rischio superiore di neuropatia ottica ischemica anteriore non arteritica (NAION), una grave malattia oculare che può sfociare nella cecità improvvisa. Anche se i risultati devono ancora essere […]

Il Ministero della Salute ha recentemente pubblicato un bollettino che segnala un lieve aumento dei contagi da Covid-19. Questo incremento sembra essere correlato alla sottovariante KP.3, che deriva dalla mutazione “madre” JN.1, attualmente predominante. Nonostante la dichiarazione rilasciata dall’OMS a maggio 2023 che ha segnato la fine della fase emergenziale della pandemia, il virus non […]