Non disinfesta la casa dai topi perché vegana: è stata multata

di Manuela Zanni

Una donna vegana  si è rifiutata di attuare la disinfestazione di topi nella sua casa perché era contro le sue convinzioni  è stata multata dal tribunale.  La  donna si è rifiutata perché ha detto che era contro le sue convinzioni etiche.

Cosa è accaduto

Una donna vegana si è rifiutata di affrontare un’infestazione di topi a casa sua con la disinfestazione ed  è stata multata dopo aver affermato che avrebbe agito contro le sue convinzioni etiche. Il consiglio distrettuale di Tendring ha detto che la 73enne Margaret Manzoni, di Clacton Road, St Osyth nell’Essex, “considerava i topi i suoi animali domestici” e “ha detto che non sarebbero andati dai suoi vicini perché lei si prendeva cura di loro”.

Margaret Manzoni

Margaret Manzoni

In un’udienza alla Colchester Magistrates’ Court questo mese, a Manzoni è stato detto che mentre la corte “rispettava le sue convinzioni come vegana etica, altri vedevano i topi come infestanti e portatori di parassiti”, ha detto il consiglio. La corte ha affermato che “l’impatto dell’infestazione sui vicini significava che l’inazione non era appropriata”, secondo l’autorità. Manzoni ha ammesso all’udienza del 6 ottobre le accuse di non aver rispettato un avviso ai sensi della legge sulla protezione ambientale e un avviso ai sensi della legge sulla prevenzione dei danni da parte dei parassiti.

Margaret Manzoni “considerava i topi i suoi animali domestici”

È stata multata di £ 1.500, con il tribunale che ha assegnato le spese comunali di £ 2.395 e ha imposto un supplemento per le vittime di £ 150. Nell’impostare i magistrati multati hanno tenuto conto della situazione personale di Manzoni e hanno sottolineato che anche il lavoro di liquidazione avrebbe dovuto essere pagato. La corte ha sentito che il team di salute ambientale del consiglio è stato chiamato dai residenti vicini che sono stati sopraffatti dai topi, causando danni alla proprietà, a causa delle condizioni della casa a metà terrazza di Manzoni, ha detto il consiglio.

 

Il personale del Consiglio ha fatto diverse visite e ha offerto aiuto, prima di emettere avvisi “ordinando a Manzoni di smettere di nutrire gli uccelli, di liberare il giardino invaso e di chiamare il controllo dei parassiti”, ha detto l’autorità. “Mentre alcuni lavori di costruzione sono stati eseguiti dal consiglio, cibo e riparo hanno continuato a essere forniti da Manzoni ai topi – portando come conseguenza un odore opprimente  che ha costretto i vicini a trasferirsi”, ha detto un portavoce del consiglio distrettuale di Tendring.

Margaret Manzoni

Margaret Manzoni

LEGGI ANCHE: Pidocchi dei capelli, come debellarli nei bambini

“Il consiglio distrettuale di Tendring ha offerto a Manzoni una sistemazione alternativa ma, considerava i topi i suoi animali domestici, ha detto che non sarebbero andati dai suoi vicini perché si prendeva cura di loro e si è rifiutata di agire affermando che andava contro le sue “convinzioni etiche”. “Ciò ha portato alla prima accusa, da allora che, nonostante le continue visite regolari da parte del team di salute ambientale, nulla è cambiato; non lasciando al consiglio altra scelta che perseguire di nuovo”.

Dove vive Margaret Manzoni?

Michael Talbot, membro del gabinetto del consiglio distrettuale di Tendring per l’ambiente, ha affermato che l’accusa è stata “una vera ultima risorsa” ma che “nonostante le ripetute visite, le offerte di aiuto, le note legali e la precedente azione giudiziaria, nulla è stato fatto dal proprietario della proprietà”. Ha continuato: “Rispettiamo le convinzioni personali delle persone e il modo in cui scelgono di vivere nelle loro case, ma quando questo ha un impatto negativo sugli altri, non abbiamo altra scelta che prendere le misure necessarie per garantire la qualità della vita di tutti”.

LEGGI ANCHE: Zanzare, rimedi naturali per debellarle

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria