Donna muore dopo avere mangiato una wrap vegana

di Alice Marchese

Una tragedia ha visto protagonista una donna con una grave allergia al latte di mucca. Dopo aver ingerito un wrap vegano, ha esalato l’ultimo respiro. Questo pasto è stato fatale per lei. Pensava di essere “sciocca” quando ha iniziato a lottare con la respirazione durante un viaggio in famiglia. Sembrerebbe che sull’etichetta ci fosse scritto “vegana”. Lo ha dichiarato suo marito alla sua inchiesta.

Donna muore dopo avere mangiato una wrap vegana

Si tratta di Celia Marsh, 42 anni, un’infermiera di Melksham, nel Wiltshire. Lo racconta The Guardian. È morta nella strada di Bath e nonostante il soccorso non ce l’ha fatta.

Il marito di Marsh, Andy Marsh, ha detto all’inchiesta della madre di cinque figli a Bristol che ha monitorato da vicino ciò che ha mangiato e non ha mai corso rischi, soprattutto a seguito di una reazione quasi fatale sette mesi prima.

Leggi anche: “Quanto torna l’ora solare? E sarà l’ultima volta?

Le parole del marito

“Celia ha monitorato da vicino le sue allergie alimentari. Controllava sempre ogni etichetta prima di mangiare e chiedeva sempre degli ingredienti. Se Celia non fosse sicura dell’etichetta o delle risposte che le sono state date, non avrebbe mangiato il cibo perché non voleva correre alcun rischio”.

Andy Marsh ha dichiarato che Celia era incredula e non poteva immaginare che stava male a causa del wrap vegano. “Celia pensava di essere sciocca all’inizio perché l’etichetta aveva dichiarato ‘vegano’, ma poi si è resa conto che qualcosa non andava”.

Pano Christou, l’amministratore delegato di Pret, ha partecipato di persona al primo giorno dell’inchiesta di Marsh. In una dichiarazione letta durante l’inchiesta, Andy Marsh ha affermato che nel maggio 2017 Celia Marsh ha avuto qualche reazione dopo aver mangiato qualcosa contenente marshmallow mentre era nello studio dentistico dove lavorava. L’etichetta diceva che era stato realizzato sulla stessa linea di un prodotto contenente latte. Portava sempre con sé un EpiPen per evitare il peggio.

Il 27 dicembre 2017, i Marsh e tre delle loro cinque figlie di sette, 15 e 17 anni sono andati a fare shopping a Bath. Verso le 14, Celia Marsh ha acquistato una “focaccia arcobaleno super veg” da un negozio Pret. Andy Marsh ha detto: “Chiedeva sempre e poi chiedeva di nuovo della sua allergia. Celia mi ha detto che si sentiva un po’ divertente”, ha detto. Cercava di respirare, ma non ci riusciva.

Andy Marsh ha detto: “Pochi giorni dopo la morte di Celia ho trovato l’involucro del panino nella sua borsetta”. Ha aggiunto: “Dopo l’incidente del maggio 2017, Celia aveva paura di commettere un errore ed era molto attenta a non entrare in contatto con il latte in alcun modo”.

Leggi anche: “Liz Truss è la terza donna premier della storia del Regno Unito


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Una dei maltrattamenti che ha preso piede negli ultimi anni è la violenza online.  Si tratta di abusi che si verificano principalmente sui social e sulle applicazioni di messaggistica. Ma non solo: si manifesta anche nel controllo ossessivo dei computer, cellulari del proprio partner. Ci sono dei segnali chiarissimi e assolutamente da non sottovalutare. Leggi […]

3 min

Alla vigilia della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne (25 novembre), i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno stilato un bilancio dei risultati conseguiti nel contrasto alla più odiosa forma di reato. Con i numeri, anche un video per entrare “virtualmente” nelle case dei Napoletani e, perché no, anche negli smartphone. I numeri terrificanti […]