19 giugno 2018 |

Batch cooking, come funziona la tecnica per cucinare una volta alla settimana

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Sapete come funziona la batch cooking, ovvero la tecnica per cucinare una volta alla settimana? Scopriamola passo per passo con i pasti settimanali da cucinare, congelare e gustare.

Letteralmente tradotta come “cucina in serie”, la batch cooking è una tecnica di cucina ideata per chi ha poco tempo da dedicare alla cottura dei cibi e alla loro conservazione.


Molto simile a quella che era ed è l’organizzazione dei pasti di molte donne lavoratrici, la batch cooking propriamente detta ha la caratteristica di essere programmata a tavolino, nel tempo e nello spazio! Scopriamo come funziona la tecnica per cucinare una volta alla settimana1

Regole per cucinare in un giorno il cibo per una settimana

La tecnica batch cooking consiglia prima di tutto di scegliere i giorni in cui si è liberi dagli impegni lavorativi per cucinare per tutta la settimana. In questo modo sarà possibile pianificare la spesa, il confezionamento e il congelamento dei cibi che potranno poi essere consumatI dal lunedì al venerdì, a seconda delle esigenze di tempo.

Ciò che è importante per organizzarsi è:

  • Scegliere i giorni o il giorno in cui si vuole e si può cucinare
  • Pianificare la spesa in base alla propria batch cooking settimanale
  • Liberare molto spazio in frigorifero e in freezer
  • Cucinare i cibi con poco sale e condimento perchè andranno conditi prima di consumarli
  • Procurarsi diversi contenitori per il cibo.

Per una batch cooking intelligente si possono riporre i cibi cucinati in frigo o in freezer, a seconda di quando si vogliono consumare. Vediamo la suddivisione dei pasti settimanali da congelare e/o da tenere in frigo:

  1. Riso: si mantiene perfettamente in frigo per diversi giorni, mentre si rovina in freezer. L’importante è utilizzare una qualità di riso i cui chicchi restino abbastanza separati.
  2. Sughi di pomodoro semplice, all’amatriciana, al ragù, o con verdure si conservano in frigo o in freezer.
  3. Legumi: tutti i legumi si prestano perfettamente per la batch cooking. Piselli, ceci e fagioli si mantengono perfettamente sia in frigo che in freezer.
  4. Minestra di verdure: potete congelarla sia prima di cuocerla (solo le verdure sminuzzate), sia già cotta, eliminando il più possibile la parte acquosa
  5. Minestre di cereali, minestre di farro, orzo e avena si conservano sia un frigo che in freezer
  6. Pasta al forno, lasagna, cannelloni o timballi di pasta si congelano perfettamente in porzioni e si possono consumare in settimana
  7. Sughi in bianco, alle noci, agli asparagi, ai funghi, soprattutto se contenenti panna, olio o besciamelle, si mantengono molto a lungo sia in frigo sia in freezer
  8. La verdura cotta e non precedentemente surgelata si mantiene bene in frigo alcuni giorni e può essere congelata
  9. Polpette e burger sono pasti perfetti per la batch cooking. Una volta che ci si applica per fare l’impasto di polpette e burger, siano essi di carne, verdure o pesce, possono essere congelati separatamente nella pellicola.
  10. E la pasta? Tutti vorremmo poterla congelare ma sappiamo che non è possibile! Tuttavia, se si sceglie della buona pasta integrale (che mantiene più inalterate le sue proprietà organolettiche), è sufficiente condirla con olio d’oliva e conservarla in frigo per 2-3 giorni. Al momento di consumarla potremo aggiungere gli altri ingredienti come sughi o verdure fresche
  11. Cotolette di carne (e petti di pollo) panate e fritte si conservano in frigo e freezer
  12. Si possono conservare in frigo le salse come hummus, guacamole, gazpacho e Tzaziki
  13. Per i dolci si consiglia di porzionare il cheesecake o il sorbetto fatto in casa.

Idee di ricette batch cooking

La bactch cooking va infine organizzata in base ai turni di lavoro e alle esigenze di calorie, distinte tra mattina e sera. L’importante è che tutto ciò che decidete di cucinare sia fattibile in una giornata o che almeno sia la base dei piatti che andrete poi a comporre con l’aggiunta di altri ingredienti.

Potrebbe interessarti anche