C’è posta per te, cosa succede se il destinatario non apre la porta?

di Manuela Zanni

Il nuovo postino di C’è posta per te, Giovanni Vescovo, ha raccontato alcuni retroscena in un’intervista rilasciata a Tv, Sorrisi e Canzoni. In particolare, nel caso in cui il destinatario dell’invito di Maria De Filippi non apra la porta ecco  svelato cosa succede.

Giovanni Vescovo: “Ecco cosa faccio se non mi aprono la porta”

Giovanni Vescovo è il nuovo postino di C’è posta per te. In un’intervista rilasciata a Tv, Sorrisi e Canzoni, ha raccontato alcuni dettagli inediti sulla sua vita e ha svelato come si svolge il lavoro di postino per l’amatissimo programma condotto da Maria De Filippi: “Non so di preciso perché mi abbiano scelto, ma credo per i miei modi di fare: cerco di essere sempre gentile ed educato. Poi forse anche per la mia immagine pulita. Sono tenace, non perdo mai la pazienza e faccio squadra: non sgomito per prevalere sugli altri.

Giovanni Vescovo

Giovanni Vescovo

I retroscena di C’è posta per te

Giovanni Vescovo ha raccontato alcuni retroscena di C’è posta per te. Infatti in molti si saranno chiesti cosa avviene e se  il destinatario dell’invito non apre la porta al postino dal momento che non è poi così scontato che sia felice di ricevere notizie da parte del mittente. In questi casi, allora, che si fa? A spiegarcelo proprio Giovanni Vescovo : “Occorre essere pazienti e perseverare: Mi armo di pazienza e aspetto. Poi citofono di nuovo e poi ancora, ma senza diventare troppo invadente. In fondo il mio compito è quello di consegnare un invito, non c’è alcun obbligo di raggiungere poi la trasmissione se la persona non se la sente.

LEGGI ANCHE: C’è posta per te, Ferragnez: “Amore tossico” 

Giovanni Vescovo: “Mi commuovo spesso”

Giovanni Vescovo ha ammesso di commuoversi quando assiste alle storie che vengono raccontate in studio: “In fondo ho un cuore tenero (ride). Ultimamente mi sono commosso così tanto che mi sono dovuto calmare e riprendere per qualche minuto: stavo uscendo in video con gli occhi gonfi di lacrime. Avevo il cuore a pezzi. Perché il programma racconta un po’ le storie di tutti noi, con i nostri problemi e le difficoltà che abbiamo”. Ha espresso, dunque, la sua ammirazione per Maria De Filippi, che dialogando con gli ospiti riesce a ricostruire anche rapporti apparentemente insanabili: “Mi lascia spesso senza fiato”.

LEGGI ANCHE: C’è posta per te, Maria De Filippi lascia il programma? 

Chi è Giovanni Vescovo, cosa fa nella vita il postino di C’è posta per te

Giovanni Vescovo ha raccontato di aver fatto diversi lavori prima di approdare in tv con Uomini e Donne (era uno dei corteggiatori di Sonia Lorenzini) e C’è posta per te: “Ho fatto il cameriere, il magazziniere, il commesso, il modello e il rappresentante di vini. Da qualche anno lavoro con mio padre che realizza le capsule che coprono i tappi degli spumanti.
E, quanto al ruolo di postino, ha aggiunto: “Ho vissuto tante esperienze anche se ancora mi si è visto poco. Tra incontri con persone timidissime e altre che hanno fatto resistenza, me ne sono già successe di tutti i colori”. Infine, ha spiegato che dopo la prima puntata di C’è posta per te, ha preferito rendere privato il suo profilo Instagram: “Non sono molto social quindi ricevere così tanti complimenti e belle parole mi ha un po’ destabilizzato, anche se mi ha fatto tanto piacere. Sembra assurdo per uno che fa tv, lo so, ma presto sblocco tutto, promesso”.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria