Addio a Luciano Rossi, cantautore di brani e collaborazioni indimenticabili: chi era

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il mondo della musica piange la scomparsa di Luciano Rossi, cantautore romano morto a Roma lo scorso 8 luglio all’età di 77 anni. La notizia è stata diffusa solo in questi giorni dalla figlia Ilaria. Con la sua scomparsa, l’Italia perde uno dei cantautori più apprezzati, che ha firmato brani indimenticabili come “Se mi lasci non vale” e “Ammazzate oh!”.

La carriera di Rossi tra collaborazioni illustri e brani indimenticabili

Nato nella capitale il 5 settembre 1945, Luciano Rossi coltivò fin da giovane la passione per la musica che lo avrebbe poi portato a una brillante carriera. Dopo gli studi decise di dedicarsi completamente alla canzone, diventando autore di alcuni dei più grandi successi della musica italiana. Rossi scrisse brani non solo per sé stesso ma anche per diversi big della canzone, da Julio Iglesias a Ornella Vanoni.

Da “Ammazzate oh!” a “Se mi lasci non vale”, i grandi successi

Tra i momenti più luminosi della sua carriera, spicca senza dubbio “Se mi lasci non vale”, portata al successo da Julio Iglesias e riproposta poi da decine di interpreti. Altro grande classico firmato Rossi è “Ammazzate oh!”, scelta come sigla del programma radiofonico di Maurizio Costanzo “Quarto programma” e capace di consacrarlo come artista. Indimenticabili anche brani come “Un rapido per Roma”, cantata da Rosanna Fratello, e “Ritornerà” interpretata da Little Tony.

Un artista versatile e prolifico, 14 album e colonne sonore

La versatilità di Rossi emerge anche dalle tante collaborazioni intraprese nella sua lunga carriera con artisti del calibro di Ornella Vanoni, Bobby Solo, Nicola Di Bari e molti altri. Oltre ai brani di successo, Rossi pubblicò 14 album e firmò diverse colonne sonore di film, tra cui quella di “Questo o quello” con Nino Manfredi. Scrisse anche sigle di programmi televisivi e il brano “Le donne sono un’altra cosa” per Rita Forte.

Il mondo della musica a lutto

Dopo quella di Toto Cutugno, arrivata nei giorni scorsi, con la scomparsa di Luciano Rossi, l’Italia perde dunque uno dei suoi cantautori più prolifici e amati, che ha contribuito a scrivere pagine indimenticabili della nostra musica. Lascia in eredità brani senza tempo, che continueranno a emozionare intere generazioni. Il mondo della musica si stringe intorno alla figlia Ilaria e ai suoi cari, ricordando un artista straordinario.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Non si ferma il progetto della label palermitana Southside Records, una realtà che è nata grazie all’intuizione e all’ambizione di alcuni ragazzi palermitani che uniti dalla passione per il rap sono riusciti a unire gli artisti fra i più interessanti della scena musicale del Sud Italia. Il roster dell’etichetta discografica ora può ritenersi al completo […]