12 dicembre 2017 |

Malattie psicosomatiche, come capire quando la mente influenza il corpo

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
malattie psicosomatiche

Chi di voi conosce le malattie psicosomatiche? Cerchiamo di capire se e quando la nostra mente influenza il corpo in modo più o meno intenso per gestire in modo efficace alcuni disturbi fisici quotidiani.

Vi siete mai chiesti quanto la mente possa influenzare il corpo? Esiste una branca della medicina che mette in relazione  la mente e il corpo tra loro per rilevare e capire l’influenza che le emozioni esercitano sul corpo e le sue manifestazioni: è questo il significato delle malattie psicosomatiche.


Capita a tutti noi di provare sulla nostra pelle come l’aspetto emozionale abbia dei risvolti anche sul piano fisico. Un esempio? Quando siamo sotto stress e digeriamo male, a causa della rabbia e del nervoso che crea acidità di stomaco e dolori.

Quando si parla di psicosmaticità bisogna fare chiarezza sui sintomi delle malattie psicosomatiche in quanto essi possono comparire in risposta a determinati periodi di stress e all’interno di situazioni psicologiche già compromesse, come i disturbi d’ansia o le forme depressive.

Ogni sintomo necessita di essere ascoltato ed esaminato ed è importante sapere che spesso di riscontrano malattie psicosomatiche associate a parti del corpo, che coinvolgono diversi apparati del nostro organismo.

Tra questi troviamo l’apparato cutaneo, che comprende tutte le malattie psicosomatiche della pelle a livello dell’epidermide come psoriasi, eczema, dermatite psicosomatica, orticaria e acne. Anche l’apparato gastrointestinale è tra i più colpiti, soprattutto a carico dell’intestino e dello stomaco con il manifestarsi di gastrite psicosomatica, nausea, colite e diarrea.

Non è da meno l’apparato cardiocircolatorio dove le forme psicosomatiche più accreditate sono l’aritmia, la tachicardia e l’ipertensione essenziale. Per quanto concerne il sistema muscolo scheletrico, invece, troviamo incluse nelle malattie psicosomatiche più diffuse alcune forme di emicrania, cefalea, crampi e torcicollo.

Esista una cura per le malattie psicosomatiche? Gli aiuti più concreti arrivano dai trattamenti di tipo psicologico, attraverso percorsi di psicoterapia che permettono, ad esempio, di conoscere e attuare strategie di gestione dello stress. In alcuni casi si consiglia un trattamento psicoterapeutico di tipo cognitivo-comportamentale, come nel caso della stanchezza cronica.

È molto diffuso anche un approccio di tipo olistico per capire come guarire dalle malattie psicosomatiche in modo efficace senza mirare alla soppressione del sintomo bensì alla sua interpretazione e alla risoluzione del problema psicologico che va ad influire sulla salute fisica.

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche