29 giugno 2015 |

Quali farmaci portare in vacanza con i bimbi? L’elenco e i consigli per partire sereni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quando si va in vacanza è bene portare qualche farmaco per i bambini, ma non solo per loro, visto che anche mamma e papà si possono ammalare! L’elenco dei farmaci e i consigli che riporterò di seguito sono di carattere generale, quindi, per entrare nello specifico di ogni situazione, sarà bene rivolgersi al pediatra curante.

Non è possibile in queste poche righe fare un elenco esauriente che possa andare bene per tutti i bambini di tutte le età e per tutto i possibili malanni; posso però darvi alcune indicazioni utili di massima sui farmaci giusti da portare in vacanza con loro.

Vacanze in Italia o all’estero?

Prima di tutto, dobbiamo sapere che partire in vacanza per l’Italia o per l’estero fa la differenza.

Nel nostro Paese, ci sono farmacie in abbondanza e molti farmaci vengono venduti senza ricetta. Se andate all’estero, però, la situazione può essere diversa in quanto in alcuni paesi, come ad esempio l’Inghilterra, è molto difficile acquistare alcuni farmaci senza prescrizione medica, come ad esempio gli antibiotici per bambini. In tali casi è fondamentale avere già con sé qualche farmaco, adatto al bambino, ricordandosi però, che la terapia, in qualsiasi età, va personalizzata su “quel bambino” in “quel momento”.

Un parametro importante da tenere presente è l’età del bambino. Infatti, sotto i tre mesi di età, è sempre meglio contattare  il pediatra prima di somministrare un farmaco. Tale consiglio è comunque sempre valido per tutte le età.

Non somministrate farmaci se non quelli che vi ha consigliato il vostro medico curante e contattatelo se avete la tentazione di somministrare farmaci consigliati da amici, conoscenti, parenti ecc. E per farmaci intendo TUTTO (erbe, prodotti naturali, omeopatici ecc.) in quanto possono interferire con altri farmaci o alimenti. NON DATE ERBE CHE NON SIANO STATE CONTROLLATE.

Prendiamo ora in considerazione i sintomi o i segni che più facilmente può presentare un bambino e  quello che un genitore può fare, in linea di massima, per bambini dai 3 mesi di età in poi.

Elenco dei farmaci da portare in vacanza con i bambini

Farmaci per la febbre:

  • usate solo Paracetamolo e Ibuprofene (nomi commerciali Tachipirina, Efferalgan, Puernol, Acetamol, Levadol, paracetamolo) per bocca (gocce, sciroppo, compresse solubili) o per via rettale. Se il bambino non vomita è sempre preferibile somministrare i farmaci per bocca. Qualsiasi sia la causa dell’aumento di temperatura (attività fisica intensa, colpo di calore, infezione) se riscontrate febbre superiore a 38°C effettivi (ascellari o 38,5 rettali) somministrate un antipiretico per bocca o per via rettale (meglio per bocca sempre).
  • Nelle prime 24-48 ore se non sono presenti altri sintomi potete limitarvi ad una terapia sul sintomo febbre. Coprite poco il bambino e offrite da bere più spesso del solito; non forzate il bambino a mangiare.
  • Evitate, in preda alla preoccupazione, di mettervi in viaggio per tornare a casa nelle ore calde della giornata, meglio attendere qualche ora quando la febbre è calata o inizia a scendere. A volte un bambino presenta una puntata febbrile e il giorno successivo non presenta più nulla.

Per dolore muscolare e mal di gola usate gli stessi farmaci. Prodotti con codeina PROIBITI!

Farmaci per diarrea: in questo caso, prima di ricorrere ai farmaci è bene fare quanto segue.

  • Bere sostanze con sali minerali (bustine che vendono in ogni farmacia) o preparati liquidi da soli o associati a probiotici (che NON servono a fermare la diarrea)
  • Mangiare poco
  • Se la diarrea è acquosa utilizzare il farmaco “Racecadotril” (nome commerciale Torfix) tre volte al dì. Ai bambini non dare Loperamide (Imodium). Se potete pesate il bambino ogni 24 ore.
  • FERMENTI LATTICI E PROBIOTICI A NULLA SERVONO SE NON FATE QUANTO SOPRA

Farmaci per il vomito: non date farmaci!

  • La maggior parte delle forme di vomito si fermano non somministrando da bere o cibo per almeno 1 ora dall’ultimo vomito e poi somministrando da bere poco per volta.
  • MAI DARE METOCLOPRAMIDE (Plasil) sotto ai 14 anni.

Farmaci per la tosse: in vacanza, a meno che non si tratti di asma, caso in cui i genitori sanno bene che cosa fare, in caso di tosse dei bambini, è meglio non dare farmaci per la tosse ma somministrare miele e bevande calde.

Farmaci per le punture di insetto: pomata al cortisone e antibiotico. Se la reazione è marcata, con prurito e gonfiore, usare l’antistaminico (cetirizina o oxatomide)

Giacché ci siamo, diamo uno sguardo ai farmaci occupa-spazio inutili o poco utili:

  • Mucolitici, espettoranti, balsamici per la tosse
  • Pomate per traumi e ustioni
  • Probiotici e fermenti lattici
  • Ricostituenti e vitamine (STATE andando in vacanza)

Ferrando.blogspot.it

Lettura consigliata“Come crescere mio figlio” 

E il nuovo libro del Dott. Ferrando

“Primo Soccorso Pediatrico” soccorso

Potrebbe interessarti anche