La protesta degli agricoltori arriva a Sanremo. Al Bano: “Spero che possano denunciare la loro amara realtà”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Lo spettro dei trattori si avvicina a Sanremo. Dopo l’appello del sindaco della città dei fiori Alberto Biancheri ad Amadeus anche il cantante di Cellino San Marco è intervenuto sulla vicenda. Al Bano, ospite a “The Breakfast Club su Radio Capital”, ha detto la sua sulla protesta che sta imperversando in questi giorni in tutta Europa.

“Spero che gli agricoltori possano denunciare anche a Sanremo la loro amara realtà – ha dichiarato il cantante pugliese, ricordando lo sciopero dei metalmeccanici a cui Pippo Baudo diede voce nell’edizione del 1984. Non è la prima volta che il Festival riserva momenti al sociale. “Sanremo non è un palcoscenico solo per le canzoni, ma anche il sociale ha una sua voce importante” – ha poi ribadito l’artista.

Al Bano, nella sua doppia veste di cantante e agricoltore, ha voluto con le sue parole sostenere la causa degli agricoltori: “Se è giusto che blocchino le strade? È giusto allora far morire di fame questa gente che lavora dalla mattina alla sera senza che il governo intervenga? Nei prossimi 20 anni tutto sarà sintetico e non so cosa ne sarà degli esseri umani. Farina di grillo? È una tragedia, perché cancellare la storia dell’essere umano?”.

Al Bano ha così lanciato un appello a Radio Capital: “Amadeus, qualcuno vincerà ma facciamo in modo che ci sia una vittoria trasversale, la vittoria degli agricoltori anche grazie a Sanremo e io agricoltore dico ad Amadeus: benvenuto nella terra della ragione”.

Sull’esclusione di Al Bano dalla kermesse canora, il cantante ha poi sottolineato: “Non faccio polemica, ho solo spiegato che l’anno scorso ho presentato il brano nuovo ad Amadeus e lui mi ha detto di presentarmi come ospite d’onore e poi tornare l’anno successivo in gara e così ho fatto. E Amadeus quest’anno mi ha detto che non mi vedeva più a Sanremo. Ma Sanremo è soprattutto la gara. L’ospite d’onore ben venga, è simpatico, emozionante, ma non è la gara. Io sono un uomo da gara”.

Foto da Instagram

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria