03 Agosto 2019 |

Narcisismo patologico, come si riconosce e quali sono i segnali inequivocabili

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Come riconoscere il manipolatore sentimentale o narcisista

Come si riconosce un narcisista: tutto quello che devi sapere

Si chiama narcisismo patologico e ufficialmente è definito come disturbo narcisistico di personalità: colpisce sia uomini sia donne (sembra ne soffrano di più i maschi però) e coinvolge pesantemente le persone che sono accanto al narcisista.

L’obiettivo di un narcisista è semplice: vuole prendere il controllo della tua vita per distruggerla pezzo dopo pezzo facendoti soffrire molto. Perché?

Se lo chiedono in molti studiosi e ricercatori e sembra a causa di un’infanzia vissuta senza il minimo sentimento autentico di amore incondizionato, soprattutto materno. Anche se si affacciano ipotesi che riguardano cause organiche o anche di tipo genetico.

Il narcisismo è più un problema per chi ci sta accanto che per chi ne soffre

Un pizzico di narcisismo dovremmo possederlo tutti, anzi, ci aiuterebbe ad affrontare la vita e ogni avventura con un positività e sicurezza, ma quando questo atteggiamento assume posizioni estreme rischia di trasformarsi in un modo di fare e di essere che fa soffrire le persone che sono incappate nelle trappole del narcisista.

Identikit del narcisista patologico

In pratica un narcisista è una persona fredda e distante che non prova empatia alcuna per il prossimo. Ritiene di essere speciale e sopra la media per intelligenza; è alla ricerca di continua attenzione e per colmare il suo vuoto è disposto a ogni forma di seduzione.

Però poi a un certo punto, quando ha portato nella sua trappola di dipendenza affettiva si rivela per quello che è: un freddo manipolatore che ha bisogno di nutrirsi dell’energia altrui.

E’ molto bravo/a a fingere i migliori sentimenti, come amicizia, amore e dedizione. Quindi è un bugiardo innanzittutto verso sé stesso.

Le persone affette da NPD tendono ad esagerare le loro capacità e i risultati ottenuti, nonché il loro livello di relazione con le persone che considerano importanti.

Il loro senso di superiorità può indurli a monopolizzare le conversazioni e diventare impazienti quando gli altri parlano di se stessi.

In genere denigrano o svalutano le altre persone enfatizzando i propri successi.

Quando realizzano che le loro dichiarazioni hanno ferito qualcun altro, tendono a reagire con disprezzo e a vederlo come un segno di debolezza.

Quando il loro ego è ferito da una critica reale o percepita, esplodono con attacchi di rabbia sproporzionata rispetto alla situazione, ma in genere le loro azioni e risposte sono deliberate e calcolate.

Nonostante i casi occasionali di insicurezza, l’immagine di sé che mostrano è di solito stabile anche se troppo gonfiata.

Il narcisista seduce con la tecnica del love bombing

Indubbiamente ogni narcisista ha quel quid che lo rende affascinante e carismatico: probabilmente è proprio la sua sicurezza ad attrarre le persone, che poi però escono da questo rapporto totalmente distrutte emotivamente.

Peccato che ogni gesto d’amore del narcisista sia completamente falso e messo in atto solo per catturare la sua vittima.

Ma come distinguere un corteggiamento romantico da un love bombing, un attacco d’amore, organizzato solo per farti cadere nella sua trappola?

Ad esempio, ti corteggia in maniera troppo veloce: al secondo o terzo appuntamento già sei l’amore della sua vita;

se ti trovi in una brutta situazione si manifesteranno come il tuo salvatore; l’obiettivo è sempre lo stesso: prendere il controllo della tua vita.

si presentano come la persona migliore che tu abbia mai incontrato e tengono a apparire sempre come le migliori in assoluto; in questo modo sbricioleranno la tua autostima e ti indurranno a pensare che sei stata proprio fortunata a averlo incontrato;

ti faranno un sacco di domande sul tuo passato e questo per mettersi in confronto con tutte le persone che hai conosciuto con il solo scopo di distruggerle e dimostrarti quanto siano migliori di loro; mettono da parte informazioni che useranno successivamente nelle fasi di abuso psicologico.

Sono molto concentrati nell’apparire e non nell’essere quindi cambiano spesso opinione perché sono interessati a mostrarsi sempre per quello che tu desideri. Ovviamente è tutto un inganno, perché poi ti faranno pagare un conto salatissimo.

Un narcisista non si preoccupa di essere genuino o autentico. Vogliono apparire come il partner perfetto in modo che alla fine possano manipolarti.

Sintomi del narcisismo patologico

È stato proprio Freud ad individuare per primo le caratteristiche di questa psico-patologia con sintomi molto chiari. Il soggetto che ne soffre sente un bisogno costante di essere ammirato e una sensazione continua di inadeguatezza che lo spinge anche ad un autentico disinteresse nei confronti degli altri.

Sotto sotto è un invidioso e insicuro, anche se apparentemente sono gli altri a provare invidia nei suoi confronti e ha anche una scarsa capacità di provare empatia.

Di solito il narcisista è una persona che usa la gente e purtroppo, attratte da questo modo di essere, le persone cadono nel suo tranello e glielo permettono.

Riconoscere un narcisista patologico è complesso e una volta capito come agiscono (il copione è sempre lo stesso) potresti renderti conto di averci avuto già a che fare.

Quanti tipi di narcisisti ci sono

I ricercatori hanno identificato tre tipi principali di narcisisti, ognuno con la propria combinazione di tratti. Ognuna delle tre categorie ha diversi metodi per proteggere il fragile senso interiore di sé, e una di esse può anche avere una motivazione diversa. All’interno di ciascuno dei tre tipi, ci sono anche sottotipi che caratterizzano il modo in cui i tratti possono apparire agli altri.

Narcisisti classici: i tipici cercatori di attenzione e di adulazioni. Vogliono sempre essere al centro dell’attenzione.

Narcisisti vulnerabili:  possono cercare pietà o ingraziarsi gli altri con eccessiva generosità per ricevere l’attenzione e l’ammirazione di cui hanno bisogno per aumentare il loro senso di autostima.

Narcisisti maligni:  il loro obiettivo primario è dominare e controllare e useranno l’inganno e l’aggressività per realizzarlo e non avranno rimorso per le loro azioni. Potrebbero persino godere della sofferenza degli altri.

I sottotipi di narcisista sono:

Narcisista Overt: E’ il classico spaccone che non regge la minima critica

Narcisista Covert: All’apparenza è il classico bravo ragazzo che si farebbe in quattro per te

Narcisista somatico: E il classico fissato con l’apparenza fisica

Narcisista cerebrale: Si presenta come l’intelligentone sapientone

Narcisista inverted: sono alla ricerca di altri narcisisti

Come si comporta il narcisista

È un soggetto che prova rabbia e frustrazione verso ogni forma critica e che sente il bisogno di essere sempre lodato e ammirato. Tende a criticare gli altri, in particolare il proprio partner, fino a quasi a demolirne l’autostima, mentre nella fase iniziale del rapporto è un perfetto seduttore, pieno di attenzioni per l’altro, almeno fino a quando la preda non è stata conquistata.

È una persona che spesso sa essere cattiva, è egocentrica e mette al primo posto sempre e soltanto le proprie necessità.

Cause del narcisismo patologico

Le cause del narcisismo patologico possono essere diverse e cambiano di soggetto in soggetto e non sempre è semplici risalire ad un evento scatenante ben preciso. Di solito si tratta di traumi più o meno importanti per l’individuo, che un soggetto ha vissuto durante l’età giovanile o durante l’infanzia.

Il narcisismo in questi casi si configura come una forma di riscatto individuale soprattutto nei confronti dei genitori, percepiti dal figlio come inadeguati, maligni e persino aggressivi.

Molto spesso si “ammalano” di narcisismo patologico soggetti che da bambini erano vittime di bullismo.

Esiste una cura per il narcisismo psicologico

Indubbiamente esiste, ma richiede che il narcisista ne sia consapevole, il che è un evento piuttosto raro. E’ un percorso lungo da affrontare con uno psicoterapeuta. Il problema è che il narcisista vive positivamente questa sua condizione di superiorità, per cui nella maggior parte dei casi rimane una condizione permanente.

 

LEGGI ANCHE:

Insicurezza, ecco come sconfiggerla ed acquisire autostima

 

 

Potrebbe interessarti anche