09 giugno 2014 |

Abbigliamento neonato, quali sono i vestitini indispensabili[FOTO]

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quali sono i vestitini indispensabili per i neonati? Come orientarsi nella scelta dell’abbigliamento per neonati? Ecco qualche consiglio e una gallery fotografica con alcuni esempi di vestitini per neonato che non puoi assolutamente dimenticare. Dai body ai bavaglini, dalle ghette ai coprifasce, dai cappellini alle calzine: un elenco fondamentale per l’abbigliamento estivo e invernale per neonati per far star bene il tuo piccolo in ogni momento dell’anno.

Vestitini per neonati indispensabili per il primo periodo

Il corredino per il neonato dovrebbe sempre prevedere:

  • body in cotone misura 1-3 mesi, a seconda della lunghezza e del peso del neonato;  meglio un po’ più abbondante piuttosto che stretto poichè c’è da considerare l’ingombro del pannolino. È preferibile scegliere un body con la mezza manica in cotone che va bene per tutte le stagioni.
  • Tutine o coprifasce con ghette o mutandine: la tutina è forse la più pratica da indossare, ma è una scelta molto personale e può variare da mamma a mamma. È consigliabile usare la manica lunga anche nella stagione estiva per i primi giorni, poi potete passare alle tutine smanicate. Di solito si preferisce la ciniglia o il cotone felpato nei mesi invernali e il cotone leggero per le temperature più miti.
  • Maglioncini di lana o cotone, con pesantezza variabile a seconda della stagione.
  • Cappellino di lana o cotone in base alla stagione: d’estate leggero e traspirante per riparare dai raggi del sole, d’inverno di un tessuto più pesante per scaldare la testa, delicata e con pochi capelli, dal freddo.
  • Calzine morbide: sono inutili con ghette o tutine con i piedi; ne esistono di varie pesantezze in base alla temperatura. Inutili le scarpine di ogni tipo perchè divantano solo un fastidioso impedimento visto che ancora non camminano.
  • Bavaglini di spugna o di piquet felpato. Indispensabili per molto tempo, possono essere personalizzati e ricamati a piacere. I bavaglini con lo strappo sono i più comodi da mettere e togliere.

 Vestiti adeguati in base alla stagione in cui ci troviamo

Se siamo in estate optiamo per abiti leggeri e traspiranti, possibilmente in fibre naturali come cotone, lino e seta; scegliete sempre materiali atossici e anallergici, meglio se di colore chiaro, così da evitare dermatiti e irritazioni di ogni tipo. Se invece ci troviamo in inverno, meglio optare per un abbigliamento a strati, fatto da tanti capi di pesantezze diverse e non un solo capo molto pesante; così facendo, eviteremo gli sbalzi di caldo-freddo dovuti al cambio di ambienti all’aperto e al chiuso. Per sicurezza portatevi sempre un capo in più, come una copertina, per avvolgere il neonato o da stendere sul passeggino se dovessero peggiorarare le condizioni atmosferiche all’improvviso. Durante le mezze stagioni vige ancora di più la regola del vestirli “a cipolla” così da essere pronti agli sbalzi di qualche grado che spesso avvengono anche nel corso della giornata durante autunno e primavera. I neonati, infatti, non sono in grado di regolare la propria temperatura corporea autonomamente, quindi sta a noi essere attente a capire se i nostri bambini hanno caldo o freddo. È vero, non è mai semplice mettersi nei panni di qualcun’altro, soprattutto se così piccino, ma non temete, le mamme possono tutto, sempre e comunque. Potete verificare la temperatura appoggiando la mano sull’addome del piccolo poichè è un indicatore del calore corporeo reale o toccare il collo per sentire se è sudato o particolarmente freddo.

Abiti comodi e pratici

La comodità è fondamentale: abiti pratici e della taglia giusta, nè troppo grandi nè troppo stretti; il neonato ha bisogno di sentirsi al sicuro, protetto e avvolto come nel grembo materno, senza però essere costretto in vestiti troppo opprimenti. Scegliete tutine con apertura all’inguine o con abbottonatura anteriore, body con apertura larga dalla testa o body con clip laterali, per evitare fastidio al bambino e facilitarvi nel cambio. Tenete sempre cambi a volontà perchè un neonato arriva a sporcarsi fino a otto volte al giorno: body intimi e tutine devono sempre abbondare quanto i pannolini. Anche per dormire scegliete vestiti comodi e non troppo pesanti perchè la culla, con lenzuolini e coperte, è già molto calda e la temperatura ideale per l’ambiente in cui dovrebbe dormire un neonato è intorno ai 18-20° C.

L’igiene e la sicurezza prima di tutto

Senza creare inutile allarmismi, è giusto ricordare che l’igiene dei luoghi che circondano i bambini e degli indumenti che indossano è fondamentale. Lavate, quindi, sempre molto bene i vestitini nuovi o che già avete perchè ereditati dal fratellino o da qualche amico. Lavandoli, non solo otterrete maggiore garanzia d’igiene, ma si è anche più sicuri che il bambino non entri in contatto con sostanze che potrebbero causargli irritazioni o arrossamenti. Per essere ancora più tranquilli evitate, infine, fibre sintetiche, fibbie, lacci e piccoli bottoni.

Leggi anche:

Potrebbe interessarti anche