02 Aprile 2019 |

Ti sveliamo il trucco per fare il calcolo delle settimane di gravidanza in maniera precisa

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Calcolo delle settimane di gravidanza

Non fai in tempo a scoprire di essere incinta, che già devi imparare a fare il calcolo delle settimane di gravidanza!


Ma, un tempo, -ti chiedi- non bisognava solo conoscere a quale mese di gravidanza eri… e poi, al resto, pensava il ginecologo?!

Ebbene no!

Come ben presto scoprirai, infatti, saper fare correttamente il calcolo delle settimane di gravidanza è davvero molto importante per avere una maternità confortevole, e affrontarla con la giusta dose di conoscenze specifiche.

Che cosa centrano, dunque, le settimane di gravidanza con le conoscenze specifiche?

Centrano perchè ogni età gestazionale comporta alcune trasformazioni del tuo corpo e del tuo bambino nel pancione, e perchè ai vari trimestri di gravidanza comportano i seguenti compiti che, da questo momento in poi, avrai. Nello specifico:

  • Gli esami che devi fare gli screening prenatali
  • Il grado di sviluppo del feto e di come si comporterà nel pancione
  • La data presunta del parto e come prepararti al travaglio
  • L’alimentazione da adottare in base allo stadio della maternità
  • La possibilità di avere una interruzione di gravidanza volontaria, ecc.

Come calcolare le settimane di gravidanza e i mesi corrispondenti?

Per calcolare correttamente la settimana di gravidanza in cui ti trovi, prima di tutto devi sapere che:

  1. Le settimane di gestazione sono in totale 40, e le si inizia a contare dalla settimana dell’ovulazione compresa tra l’8°-13° giorno del ciclo mestruale
  2. Per fare il calcolo delle settimane di gravidanza è necessario conoscere il primo giorno dell’ultima mestruazione. Anche nei casi di ciclo irregolare, l’indicazione dei ginecologi è quella di conoscere questa data
  3. Per calcolare le settimane di gravidanza, la data del concepimento non serve. Perchè? Semplicemente perchè questa data è impossibile da individuare.

Tabella del calcolo delle settimane di gravidanza

A questo punto si procede così:

  • Dal primo giorno delle ultime mestruazioni e per le 4 settimane + 4 giorni seguenti ci troviamo nel primo mese di maternità
  • Da 4 settimane + 4 giorni fino ad arrivare a 8 settimane + 5 giorni, ci troviamo nel 2° mese
  • Il 3° mese inizia  da 8 settimane + 6 giorni fino a 13 settimane + 1 giorni;
  • 4° mese: da 13 settimane + 2 giorni 17 settimane + 4 giorni;
  • 5° mese: da 17 settimane + 5 giorni a 21 settimane + 6 giorni;
  • 6° mese: da 22 settimane + 0 giorni a 26 settimane + 2 giorni;
  • 7° mese: 26 settimane + 3 giorni a 30 settimane + 4 giorni;
  • 8° mese: da 30 settimane + 5 giorni a 35 settimane + 0 giorni;
  • 9° mese: da 35 settimane + 1 giorni a 40 settimane + 0 giorni.

Come si usa questa tabella?

Semplicemente conteggiando sul calendario i giorni trascorsi dal nostro primo giorno dell’ultimo ciclo mestruale fino al giorno di gravidanza in cui ci troviamo.

Il regolo ostetrico ti aiuta a calcolare le settimane di gravidanza

Oltre alla tabella qui riportata, tabella che è la guida per calcolare correttamente le settimane di gravidanza, esistono anche modi più semplici e sbrigativi, ma non meno corretti e scientifici. Tutt’altro! Uno di questi è il regolo ostetrico, ovvero il miglior calcolatore di settimana di gravidanza esistente al mondo.

Usato da tutti i ginecologi del pianeta, il regolo ostetrico è un semplice calendario di forma tonda, fatto di cartoncino, e che permette di individuare con precisione in quale settimana, mese e trimestre della gestazione ci troviamo. Anche in questo caso, ciò che bisogna sapere è solo la data di inizio dell’ultimo ciclo mestruale.

Il regolo ostetrico, inoltre, dà anche la misura in cm della lunghezza del feto, nonché il peso che esso acquisisce crescendo mese per mese e trimestre per trimestre.

In questo modo, quando sarà il momento di fare la prima ecografia o l’amniocentesi, sapremo a che stadio di sviluppo si trova il bambino o quando eseguire con precisione gli screening prenatali, senza il rischio di dimenticarli.

Utile e maneggevole, il regolo ostetrico, può essere acquistato in farmacia, nelle sanitarie, negli store on line o scaricato gratuitamente sui siti di ginecologia specialistici.

calcolatori di settimane di gravidanza

Infine, oltre al regolo ostetrico, ci sono in rete molte app e calcolatori di settimane di gravidanza che premettono di effettuare non solo il calcolo delle settimane gestazionali, ma anche la data presunta del parto e gli esami da effettuare in base al trimestre di gestazione.

Naturalmente, l’indicazione principale quando si rimane incinta o quando si sta cercando una gravidanza resta quella di farsi visitare dal ginecologo e confrontarsi con lui su ogni aspetto della gestazione. Infatti, sebbene il calcolo delle settimane di gravidanza sia lo stesso per tutte le donne, a prescindere dai loro connotati soggettivi, la gravidanza in sé è invece un fenomeno che può cambiare da donna a donna e, solo il nostro medico di fiducia, può consigliarci al meglio per la nostra maternità.

Inoltre, anche nel calcolo della data presunta del parto, sebbene i calcoli possano essere fatti in modo abbastanza scientifico, le cose cambiano da donna a donna, da caso a caso e da bambino a bambino.

Come calcolare la data presunta del parto?

Anche se, come sappiamo, sono ben pochi i bambini nati a termine, ovvero allo scadere della 40ma settimana, il calcolo delle settimane di gravidanza è davvero utile per potersi preparare al lieto evento e fare un rapido calcolo della data di nascita del parto.

Ecco, perciò, come calcolare la data presunta del parto:

  1. Conta 40 settimane (280 giorni) dalla data del primo giorno dell’ultima mestruazione che hai avuto per sapere quando finisce la tua gestazione e stabilire quella come data presunta del parto
  2. Considera che il bambino potrà nascere in un arco di tempo compreso tra il termine dalla 37ma e quello della 42ma settimana di gestazione. Parliamo infatti di un calcolo presunto del parto e mai di una data di nascita certa del bambino
  3. Se il tuo ciclo dura in genere meno di 28 giorni, la nascita del bambino potrebbe avvenire in leggero anticipo; se il ciclo è generalmente più lungo, il bambino potrebbe nascere in leggero ritardo
  4. La prima gravidanza avviene quasi sempre in ritardo, ma questa non è una regola scientifica.

Ora sei pronta per fare il calcolo delle settimane di gravidanza con la nostra guida e i consigli per affrontare al meglio questi 9 mesi… anzi no, queste 40 settimane!

Potrebbe interessarti anche