Come pulire le zanzariere? Ecco trucchi, consigli e rimedi naturali

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Come pulire le zanzariere? I trucchi e i consigli sono tanti, ma quali sono i rimedi naturali più utili ed efficaci in questi casi? Ormai sono sempre più numerose le abitazioni che hanno questa protezione per evitare l’ingresso di insetti indesiderati. Soprattutto d’estate, le zanzariere si rivelano particolarmente utili per evitare le punture degli insetti. Tuttavia le zanzariere accumulano anche sporco, polvere e smog. Quelle della cucina, in particolare, si ingrassano non poco, anche a causa dei fumi e delle esalazioni prodotte mentre si cucina. Ma come pulire le zanzariere, quindi? Quali prodotti e rimedi naturali sono più utili ed efficaci?

Come pulire le zanzariere fisse

Alcune abitazioni sono dotate di zanzariere fisse, altre smontabili. E’ chiaro che pulire le zanzariere che si smontano può risultare più semplice, perché è più facile raggiungere tutti i punti. Ad ogni modo, è possibile comunque pulire le zanzariere senza rovinarle. Per le zanzariere fisse, non smontabili, possiamo utilizzare dell’aceto unito a del detersivo per piatti. Versate, quindi, in 3 litri d’acqua, un bicchiere d’aceto e 3/4 cucchiai di detersivo per piatti non particolarmente aggressivo. Chiudete quindi la zanzariera e cominciate a spennellare la sua superficie con un pennello bagnato nel detergente naturale ottenuto. Lasciate agire un po’ e poi risciacquate con un panno in micro-fibra. Se lo ritenete necessario, ripetete l’operazione una seconda volta. Fate sempre tutto con molta delicatezza. In alternativa al pennello, versate il detergente fai da te in un contenitore spray e utilizzatelo per pulire le zanzariere. Risciacquate, poi, sempre con il panno in micro-fibra.


Come pulire le zanzariere smontabili

Come pulire le zanzariere plissettate, a rullo o a fisarmonica? Un attrezzo utile che può servire per pulire le zanzariere è la vaporella. Il calore del vapore, infatti, permette di sciogliere grasso e sporco ostinato. Fate attenzione, però: se il getto è troppo caldo, potrebbe provocare qualche problema. Provate la vaporella in un piccolo punto, quindi, prima di utilizzarla su tutta la superficie della zanzariera. Inoltre non avvicinate il getto di vapore troppo vicino alla zanzariera per evitare che faccia danni. Anche in questo caso utilizzate un panno in micro-fibra per asciugare il vapore alla fine. Evitate, invece, di utilizzare il compressore per pulire le zanzariere. In caso di zanzariere a rullo, plissettate o a fisarmonica, che non hanno cioè un telaio che le sostenga, utilizzate sempre un sostegno in plastica. In alternativa, dopo aver smontato il telo della zanzariera, fate un primo lavaggio sotto l’acqua corrente, così da eliminare i primi residui, dopo vi basterà utilizzare una spugna umida con sapone di Marsiglia bagnata in acqua tiepida. Dopo asciugate con un panno di micro-fibra prima di rimontare il telo della zanzariera.

Leggi anche:
Guida all’acquisto delle zanzariere
Zanzariere fai da te

Carmela Giglio

Potrebbe interessarti anche