Accudire un gattino: il veterinario ci spiega come accogliere i micetti nella nostra casa

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Storicamente nelle città ci sono più gatti che cani, ma lo sapevate?
La ragione è evidente: i gatti sono più facili da gestire, soprattutto se si vive in città; sono puliti, non bisogna portarli fuori e, spesso, ma non sempre, combinano meno guai di un baldanzoso cagnone.

E poi i gatti hanno un loro fascino, un loro stile che li rende assolutamente unici, infatti si dice che il gatto sia stato creato per permettere all’uomo di accarezzare la tigre …

Per tutte queste ragioni, nel mese di Gennaio parleremo di gatti e di cosa fare quando, per la prima volta, portiamo in casa un cucciolo.

La “pillola felina” verrà dispensata in 4 parti, dove parleremo di:

  1. adottare o acquistare un gatto e come accoglierlo quando arriva in casa
  2. il ruolo del veterinario, l’alimentazione e come gestire la lettiera
  3. quale cuccia,  la toelettatura, tiragraffi e giocattoli
  4. la sicurezza del nostro felino, all’aperto, il trasportino e cosa fare quando viaggiamo con il nostro micio.

Alla fine del mese verrà pubblicato un link (come abbiamo fatto per i cani) grazie al quale potrete scaricare l’intera dispensa/pillola, stamparla e metterla in un raccoglitore insieme alle altre pillole che andremo a pubblicare nei prossimi mesi.

In questo modo, creerete il vostro piccolo Centro d’Informazione Felina Personale, da consultare per diventare delle padroncine da favola.

Gattini: l’arrivo in famiglia

L’arrivo in casa di un cucciolo di gatto è sempre un evento felice, atteso da tutta la famiglia e che va affrontato con le giuste competenze per non instaurare cattive abitudini.

Ogni animale ha un suo ben preciso carattere, ma ci sono delle caratteristiche comuni ai nostri “bimbi pelosi” che ci vengono in aiuto per stilare un vademecum.

Adozione o acquisto del gatto?

  1. Canili e gattili sono pieni di cuccioli che aspettano solo il vostro amore e la vostra casa per condurre una vita felice, ma se deciderete di acquistare un gatto anziché adottarlo, evitate i negozi di animali, dove spesso si trovano cuccioli importati illegalmente e che arrivano deboli e malati.
  2. Affidatevi ad allevamenti specializzati e chiedete sempre rassicurazioni sulla salute del cucciolo.
  3. Non portate mai a casa un gattino prima delle otto settimane, termine ideale per il distacco dalla madre per un corretto svezzamento e insegnamento al cucciolo delle regole base della convivenza, che solo mamma gatta può insegnare (non mordere, non graffiare).
  4. Diffidate di negozi e allevamenti che cedono cuccioli di età inferiore a questa.

Come accoglierlo?

Molto spesso, al suo arrivo in casa, il gattino si nasconde sotto un letto, un divano o dietro un elettrodomestico, e decide di non uscire per qualche ora o giorni interi.

Questo capita perchè il gattino deve imparare a conoscere la sua nuova casa, abituarsi agli odori, gestire gli spazi.

Non forzatelo ad uscire, cercate di farlo bere e mangiare, state accanto a lui lasciandovi annusare e facendogli capire che né voi né gli altri membri della famiglia rappresentano un pericolo.

Evitate i rumori bruschi e i contatti con i bambini molto piccoli. Può essere d’aiuto un diffusore di feromoni (Feliway), che in natura sono prodotti da mamma gatta e aiutano il piccolo (ma anche i gatti adulti) a rilassarsi in situazioni di forte stress.

AUTORE:
Alice Savarese
Dottore in Medicina Veterinaria
Responsabile Gatti PetPRO

REDAZIONE:
PetPRO Professional City Pet Services
www.petpro.it
info@petpro.it

Potrebbe interessarti anche