Turisti italiani uccidono un cavalluccio marino a Ibiza: “Se lo passavano come un giocattolo”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Un cavalluccio marino è stato tirato fuori dal mare e usato come un giocattolo da un gruppo di turisti italiani in vacanza a Ibiza, che poi l’hanno seppellito nella sabbia. A riportare la notizia è il quotidiano Diario de Ibiza, che ha anche raccolto alcune testimonianze di persone presenti in spiaggia.

La vicenda

Alcuni aspetti della vicenda sono ancora da chiarire, ma ciò che è certo è che il cavalluccio marino è morto. I fatti sono avvenuti lo scorso 12 agosto e ad allertare prima il bagnino e poi la polizia sono stati alcuni bagnanti.

Il Consiglio comunale di Sant Antoni ha confermato l’intervento degli agenti e ha anche sottolineato che i turisti “hanno dichiarato di averlo trovato morto mentre facevano il bagno“, anche se non hanno specificato perché hanno deciso di giocarci. “La polizia ha redatto un rapporto e ha avviato le procedure del caso, in modo da coinvolgere il servizio ambientale del Governo delle Baleari per registrare quanto accaduto e nel caso in cui si ritenga opportuno aprire un procedimento disciplinare“, si specifica.

Un cavalluccio marino
Un cavalluccio marino

La prima testimonianza nel rapporto della polizia locale è di una bambina di 11 anni, che ha cercato di salvare il cavalluccio marino, tirandolo fuori dalla sabbia e rimettendolo in mare. Purtroppo era già morto. Un altro testimone ha aggiunto: “Mi sono immerso mille volte a Caló des Moro e non ho mai visto un cavalluccio marino. Purtroppo loro l’hanno visto e io ho dovuto vederlo morto“.

Probabilmente è morto per asfissia

Per fare la necessaria chiarezza, il corpo dell’ippocampo è stato dato a un oceanografo che ha deciso di eseguire una necroscopia: le sue conclusioni sono state che l’animale sembrava sano e che probabilmente è morto per asfissia quando è stato portato fuori dal mare.

Adesso le autorità stanno valutando come procedere verso il gruppo di turisti, che potrebbero esser costretti a pagare una multa piuttosto salata. Come si legge infatti sul sito ibizapreservation.org, le acque di Ibiza e Formentera ospitano due specie di cavallucci marini, l’Hippocampus hippocampus e l’Hippocampus guttulatus. Entrambe queste specie sono presenti nella Lista Rossa delle specie minacciate dell’IUCN e nella Lista Vermella dels Peixos de les Balears del governo delle Baleari.

Foto: Depositphotos.com.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Sono sempre più numerosi i proprietari di animali domestici che attivano una polizza assicurativa dedicata ai loro piccoli amici, per proteggerli in caso di problemi di salute e per tutelarsi nei confronti di soggetti terzi.  In sostanza, la polizza cane e gatto è sottoscritta dal proprietario dell’animale, e include sia la Responsabilità Civile, sia altre […]

Non tutti i gatti sono dolci e carini. Alcune razze sono infatti sconsigliate ai “genitori” alle prime armi. I gatti sanno farti innamorare, ma anche impazzire. Possono miagolare senza sosta, senza motivo apparente, graffiare i tuoi mobili costosi e rompere ‘accidentalmente’ gli oggetti più fragili. I gatti possono anche sgridarti all’improvviso e nonostante ci sia […]