Dalla devastazione alla rinascita: Emma rivela il suo incredibile percorso dopo la morte del padre

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Un anno fa la morte del padre, poi il doloroso limbo. Emma Marrone ha trovato la forza di reagire al lutto grazie alla musica, così è nato il suo ultimo album.

Un anno fa la morte del padre, poi il doloroso limbo.

Un anno è passato dalla morte di Rosario Marrone, padre della cantante Emma. L’uomo ha perso la sua battaglia contro la leucemia ed è morto alla vigilia del suo 67esimo compleanno. Il lutto ha travolto l’artista che sui social ha salutato il padre con un doloroso post, ma superare la perdita della figura paterna è stato un processo faticosissimo.

Adesso per assurdo non ho più paura di niente”

“La morte di mio padre mi ha talmente devastata, mi ha talmente lasciata con il culo per terra, spaventata in mezzo al mondo, che adesso per assurdo non ho più paura di niente”, ha confessato Emma Marrone nel corso dell’intervista rilasciata al conduttore radiofonico Gianluca Gazzoli, aggiungendo: “Niente può più scalfire il mio cuore. Mi è accaduta una delle cose peggiori della vita e nella maniera più tremenda che potesse succedere, che ora ogni giorno è un regalo”.

Guardare oltre la morte del padre.

Nel mezzo c’è stato però un percorso complicatissimo per guardare oltre la morte del padre. Le settimane successive al lutto sono state difficilissime. Per molto tempo Emma ha condiviso sui social network il suo dolore e lo strazio. “Mi trascino, non sento niente”, scriveva la cantante a dicembre 2022, due mesi dopo il lutto. Poi gli attacchi dei no-vax e le offese al padre morto l’avevano risvegliata, costringendola a esporsi in difesa della figura paterna.

“All’inizio è stato veramente difficile, ho avuto dei problemi.”

Così Emma ha raccontato a Gazzoli: “All’inizio è stato veramente difficile, ho avuto dei problemi. Ero talmente destabilizzata che non riuscivo a fare le cose. E mi sono resa conto che non avevo paura di morire, ma di vivere”. In quel preciso momento la cantante si è accorta che qualcosa dentro di lei era scattato.

Emma ha trovato il modo di trasformare il profondo dolore in qualcosa di speciale.

Il lutto non si supera ma si può metabolizza e Emma ha trovato il modo di trasformare il profondo dolore in qualcosa di speciale. “Mi sono detta: ‘Che cazzo stai facendo’. Così, quando ho risolto una serie di cose burocratiche, ho pensato: ‘Adesso vado a fare il disco’. Sono rientrata a Roma e mi sono chiusa in studio”. Il dolore si è trasformato in musica: “Dovevo prendere questa cosa e farla diventare una luce anche perché lui avrebbe voluto così”.

L’album nuovo racconta anche di Rosario Marrone

Rosario Marrone ha sempre seguito la figlia nella sua carriera artistica, spronandola a dare il massimo. L’album “Souvenir”, in uscita il 13 ottobre, racconta anche di lui e di come Emma ha trovato la forza di reagire grazie alla sua più grande passione: la musica.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Non si ferma il progetto della label palermitana Southside Records, una realtà che è nata grazie all’intuizione e all’ambizione di alcuni ragazzi palermitani che uniti dalla passione per il rap sono riusciti a unire gli artisti fra i più interessanti della scena musicale del Sud Italia. Il roster dell’etichetta discografica ora può ritenersi al completo […]