Marisa Laurito attaccata dai No Vax, “vi racconto cosa mi è successo”

di Manuela Zanni

Tra gli ospiti di Oggi è un altro giorno nella puntata dello scorso  27 dicembre anche Marisa Laurito. L’attrice e cabarettista napoletana ha parlato della città dov’è nata 70 anni fa ed ha raccontato la sua recente disavventura legata ai No Vax.

Marisa Laurito parla di Napoli

“Napoli e io siamo la stessa cosa, un unicum. Ci vivo, ma oltre a questo non l’ho mai dimenticata. È una città in cui si ha sempre l’impressione di vivere in teatro. È accogliente, felice di parlare. Quando io non ero nessuno, a Napoli mi fermavano e mi davano da parlare. Abbiamo l’abitudine di raccontarci per la strada, dicendo anche cose intime. È un meccanismo pazzesco, noi siamo ribelli: nel bene e nel male”, ha detto Laurito, tre gli ospiti della puntata di Alberto Angela ‘Stanotte a Napoli’, andata in onda il 25 dicembre scorso su Rai 1.

Il Natale di Marisa Laurito

 

In seguito ha raccontato di aver passato un Natale con pochi intimi e dopo essersi sottoposti tutti ad un tampone per rilevare l’eventuale infezione da SARS-CoV-2.

Marisa Laurito attaccata dai No Vax

La showgirl partenopea ha, inoltre,  rivelato di essere stata bersagliata dai No Vax: “Sono stata attaccata dai No Vax, perché ho detto che bisogna vaccinarsi. Io non sono virologo, quindi mi affido alla medicina. Mi hanno detto che sono una tossica“. E ancora: “Una dottoressa, mi pare da Floris (Giovanni, conduttore di La7, ndr), ha detto che quella dei No Vax è una vera e propria malattia, c’è tutta una spiegazione per cui rifuggono dalla morte e il cervello manda una nozione non veritiera. Così ha detto lei, io mi affido alla scienza”. “Sì, certo”, ha commentato Serena Bortone.

La ricetta di Marisa Laurito per la notte di San Silvestro

Infine una ricetta per la notte di San Silvestro: “Non può mancare l’insalata di rinforzo, poi la pizza di scarola A casa mia c’è l’abitudine di fare gli spaghetti con le acciughe, è un piatto povero. Ovviamente il capitone e il baccalà, ma questo a Natale. Tutto fritto, è logico. Infine gli struffoli”, ha detto.

 

Chi è Marisa Laurito

Marisa Laurito nasce a Napoli il 19 aprile 1951, sotto il segno zodiacale dell’Ariete. L’attrice ha spento quest’anno 70 candeline. Appassionata di recitazione Marisa Laurito entra giovanissima a far parte della compagnia teatrale di Eduardo De Filippo. A 18 anni esordisce nello spettacolo Le bugie con le gambe lunghe: si narra che tanto era grande la passione di Laurito da spingerla a spiare di nascosto le prove che De Filippo teneva con la sua compagnia teatrale al Teatro San Ferdinando. Nel 1978 Marisa Laurito recita al fianco di Bud Spencer e Terence Hill, raggiungendo così la popolarità. Lavora anche con Luciano De Crescenzo ed è molto amica di Renzo Arbore. Dalla seconda metà degli anni ’80 Maurisa Laurito è un volto noto del piccolo schermo: conduce numerosi programmi con Renzo Arbore e altri volti famosi come Raffaella Carrà, Celentano, Pippo Baudo. Nel 1989 partecipa al Festival di Sanremo con la canzone umoristica Il babà è una cosa seria, classificandosi dodicesima.

Vita privata di Marisa Laurito


Nel 2001 Marisa Laurito sposa l’ex calciatore Franco Cordova: alla cerimonia presenziano anche l’amico Renzo Arbore e molti altri personaggi dello spettacolo. Il matrimonio però dura solo fino all’anno successivo. Dal 2002 è legata sentimentalmente all’imprenditore Pietro Perdini. Marisa Laurito e il compagno non hanno avuto figli ma l’attrice non rimpiange la maternità: “All’epoca lavoravo moltissimo – ha raccontato in una intervista a Verissimo – amavo il mio lavoro, non volevo che i miei figli crescessero senza una madre presente e senza un padre fisso per l’eternità, credo che i figli abbiano bisogno di un padre e una madre. Avevo una grande senso di responsabilità – ha aggiunto – Poi quando c’è stato il giro di boa temevo me ne sarei pentita e invece no, non mi è mancato essere mamma”.

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

5 min

Federico Lauri  ha confidato  ai suoi follower di aver risolto un disagio che lo affliggeva da anni. “Mi coprivo sempre con pantaloni a vita alta e fascia contenitiva”, racconta. “Questa condizione mi creava disagio nell’espormi fisicamente. Federico Fashion Style in ospedale per un intervento chirurgico Federico Lauri conosciuto in arte come Federico Fashion Style, ha […]