FOMO, ecco la nuova fobia da social network

di Carmela Giglio

L’acronimo FOMO è stato coniato negli ultimi tempi per descrivere un disordine “psicologico” causato dall’uso costante della nuova tecnologia. Infatti, gli utenti sempre connessi ai social possono essere letteralmente consumati dal bisogno ossessivo di controllare ciò che gli altri amici virtuali fanno. Un bisogno che, se non viene soddisfatto, può causare una vera e propria crisi di astinenza da social network. In aumento, poi, sono anche il numero di persone che controllano i propri profili social già al mattino presto, col rischio di penalizzare non solo la vita sociale e personale, ma anche il rendimento lavorativo.

I soggetti affetti da FOMO controllano costantemente lo status degli amici e pensano di non divertirsi mai abbastanza o comunque di non essere all’altezza della vita degli altri. Quasi la metà dei soggetti affetti da FOMO, ha la sensazione che i loro coetanei abbiano esperienze di vita più gratificanti e che gli altri stiano sempre facendo qualcosa di più interessante rispetto a quello che stanno facendo loro. Infatti, bassi livelli di considerazione della propria vita, coincidono con più alti livelli di FOMO. Soprattutto su Twitter, sono molti gli adolescenti e i giovani che dicono di soffrire di tristezza, se trascorrono una serata o un sabato sera a casa, mentre tutti sono fuori a divertirsi.

Ma come guarire da questa fobia da social network? Se la paura di essere tagliati fuori nasce dall’uso eccessivo dei social network, per guarire serve soprattutto ripristinare un rapporto equilibrato e sano con questi. In fin dei conti, la FOMO altro non è che una forma di insicurezza, per cui lavorare su se stessi potrebbe aiutare molto a risolvere il problema. Questa forma di insicurezza, può essere controllata aumentando la propria autostima e cercando di vivere la propria vita senza farsi condizionare da ciò che pensano o fanno gli altri. Ricordatevi sempre, che chi conduce un’esistenza felice e serena, probabilmente non passa il tempo a condividerla sui social network. Inoltre, molto spesso su Facebook, Instragram o altri social, si condividono soltanto le cose belle o fatte apparire come tali della propria esistenza. Dunque, diffidate di quelli che aggiornano spesso i loro profili mentre sono in vacanza, a feste o eventi per dire a tutti quanto è stato bello essere lì.

Leggi anche:
Le identità virtuali creano disagi nelle relazioni affettive
Facebook non ci rende più felici, lo conferma uno studio

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

3 min

Nirvam Sono davvero tante le chat e i siti di incontri che permettono di conoscere persone su Internet e fare amicizia. Oggi, in particolare, approfondiremo la conoscenza di Nirvam, un servizio che esiste già da molti anni. Si tratta di un sito di incontri: seguendo le istruzioni della nostra guida sarà possibile utilizzare al meglio […]

3 min

Cosa è Omegle Omegle è uno sito di chat online gratuito, che non richiede registrazione. Viene utilizzato per creare chat di testo e videochat con utenti di tutto il mondo. Quando lo si utilizza, si accettano automaticamente i termini del servizio, indicati nella parte bassa della homepage del sito web ufficiale. Per poter chattare, bisogna […]

2 min

Meta, come Metaverso. Facebook Inc. cambia nome e ad annunciarlo è proprio il numero uno dell’azienda, Mark Zuckerberg. Facebook Meta, dunque, ma cosa cambia? La decisione era già nell’aria da giorni, spiegano gli esperti. Pare che fosse una denominazione troppo “ingombrante”, per la società che connette milioni e milioni di persone in ogni angolo del […]