16 Settembre 2021 |

L’addio di Mara Venier a Domenica In: “Ho bisogno di tempo per me”

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

 

  • Mara Venier  torna dal 19 settembre in tv e, a suo dire, si tratterà della sua ultima stagione al timone di Domenica In.
  • La prossima edizione sarà diversa da quella degli ultimi due anni.
  • Non ci sarà più “il tavolo del Covid” che ha condizionato pesantemente la scaletta del programma.

Mara Venier  si prepara a lasciare Domenica In. La signora della domenica  torna dal 19 settembre in tv e, a suo dire, si tratterà della sua ultima stagione al timone del noto programma domenicale alla sua tredicesima edizione.

L’ultima stagione di Mara Venier a Domenica In

Già da quest’anno, tuttavia, si preannunciano delle novità a cominciare dal fatto che la prossima edizione sarà diversa da quella degli ultimi due anni.
Non ci sarà più, infatti, “il tavolo del Covid” che ha condizionato pesantemente la scaletta del programma.

La dichiarazione di Mara  Venier

In un’intervista Mara Venier ringrazia lo spazio fisso dedicato all’epidemia, ma aggiunge: “Penso che ora il pubblico desideri passare tre ore piacevoli lontano dalle pressioni psicologiche” e aggiunge  in merito alla sua decisione di lasciare il programma “Lo so, non ci crede nessuno – ha detto in un’intervista al Corriere della Sera – ma penso davvero che questa sarà la mia ultima Domenica In“.

La decisione di Mara Venier è maturata da tempo

In effetti non è la prima occasione in cui parla di un ultimo giro di boa, per poi ritrovarsi puntualmente al timone del programma. D’altronde il successo della sua domenica, che ha ripreso in mano da pochi anni, quasi obbliga Mara Venier a conservare quella poltrona.

Le ultime due stagioni di Domenica In all’insegna del Covid

Probabilmente  Mara ha accumulato stress e stanchezza  durante le due ultime stagioni di Domenica In  in cui  il Covid è stato l’argomento principale  oltre a ad impedire la presenza di pubblico in studio. E’ stato, infatti,  previsto un lungo spazio fisso dedicato all’informazione sulla pandemia, sui vaccini e  sull’emergenza sanitaria.

Mara Venier vuole voltare pagina

Non c’è da stupirsi, quindi, che la conduttrice voglia alleggerire il programma nella prossima stagione  e preferisca  “parlare meno di Covid perchè la gente non ne può più. Penso che ora il pubblico desideri passare tre ore piacevoli lontano dalle pressioni psicologiche. Però devo tanto al tavolo in cui ho affrontato quei temi difficili, Mara lì è maturata“.

Si parlerà ancora di Covid a Domenica In?

C’è, tuttavia,  da intuire che il Covid non sparirà del tutto dal programma, dal momento che  i temi del Green Pass e dei vaccini ancora dominanti, ma sicuramente si assisterà ad una versione di Domenica In più votata alla leggerezza e meno emergenziale. Tra le novità, Venier annuncia la  presenza fissa di  Don Mazzi con cui ha un ottimo rapporto di stima e amicizia.

I progetti futuri di Mara Venier

In merito al suo futuro, Mara Venier spesso in passato ha  parlato anche di quanto l’impegno di Domenica In abbia gravato sulla sua vita personale: “Inevitabilmente scattano i bilanci. Penso a cosa mi ha dato e cosa mi ha tolto questa trasmissione. Mi ha dato l’affetto del pubblico. Ho iniziato a essere conosciuta come l’amica, la vicina di casa, la zia. Mi ha tolto molto nel privato: il lavoro mi assorbiva e ho sottratto troppo tempo al resto. Penso che lavorare a Domenica In abbia influito anche nella fine di un amore. Sono errori che non ripeterei più. Quale amore? Quello con Arbore“.


Se, infatti, Domenica In  ha dato a Mara Venier la possibilità di farsi amare dal grande pubblico,  le ha anche tolto un grande amore, quello di Renzo Arbore. Mara Venier ha, infatti,  confessato che uno degli aspetti negativi è stato il fatto che, per seguire la trasmissione, ha dovuto inevitabilmente togliere spazio all’amore. Da qui, la fine della storia con Renzo Arbore, che l’aveva incoraggiata all’inizio della sua esperienza, consigliandole di puntare tutto sulla sua naturalezza e semplicità.