Quali sono le fasi del lutto?

di Alice Marchese

Elaborare la perdita di una persona a noi cara non è mai semplice e le fasi del lutto sono dei momenti estremamente complessi da gestire. Secondo diversi studi, il tutto varia da persona a persona e non è detto che ogni fase sia uguale per tutti. Alcune possono essere più intense, altre possono essere precedute da emozioni totalmente diverse da quelle prefissate.

Quali sono le fasi del lutto

La psichiatra Kübler Ross elaborò nel 1969 la Teoria delle cinque fasi del lutto teorizzando il processo che porta ad elaborare la perdita:

  1. Fase della negazione o del rifiuto: “non è possibile, non ci credo”: si tende a negare la perdita e rifiutare la realtà come meccanismo di difesa e come se tutto questo non ci appartenesse;
  2. Fase della rabbia: “perché proprio a me? Cosa ho fatto per meritarmelo?”. Durante questo momento non si riesce a stare in compagnia e si predilige la solitudine;
  3. Fase della contrattazione o del patteggiamento: “se supero questo momento, non farò più errori” si cerca di riacquisire l’esame di realtà e trovare delle strategie per affrontare il problema;
  4. Fase della depressione: “non posso farcela, la mia vita così non va” ci si rende conto dell’effettiva perdita e di tutti quei momenti che non si potranno condividere più;
  5. Fase dell’accettazione del lutto: “ora bisogna andare avanti”. Si interiorizza la perdita e si comprende quanto questo dolore in realtà sia più frequente di quanto sembri.

Quando si elabora un lutto

Le emozioni provate in questi momenti così delicati sono decisamente altalenanti e si passa dallo shock, all’angoscia alla tristezza più ingestibile. Alcuni studiosi hanno notato che la presenza di sentimenti positivi nei 6 mesi successivi all’evento viene considerata come un segno di resilienza e associata a una prognosi positiva nella risoluzione del lutto.

Solitamente, il processo di lutto si elabora e risolve in 6-12 mesi in media, la scelta di rivolgersi ad uno psicologo rappresenta una soluzione per diminuire i tempi di elaborazione ed è quindi a discrezione, una scelta molto personale.

Fasi del lutto, quando non si supera

A volte però si verifica una situazione in cui non si riesce ad elaborare il lutto. In questo caso, ci si sente travolti da emozioni negative che non consentono di proseguire per la propria strada e danno il via a forme di comportamento disfunzionali, come un eccessivo coinvolgimento in attività legate alla persona scomparsa, evitamento del contesto sociale o isolamento e chiusura in un mondo fatto di pensieri e sogni riguardanti il defunto. Per tale ragione sarebbe opportuno ricercare aiuto da uno specialista che possa comprendere a pieno il proprio dolore. Solo affrontandolo si può superare, anche se a volte certe mancanze non si colmeranno mai. Un aspetto da tenere sempre a mente è che anche se quella persona non c’è più possiamo tenerla in vita con la memoria. Questo la rende immortale.

Leggi anche: Frasi di condoglianze per la perdita di una persona cara

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Danneggiare il benessere emotivo di una persona è violenza psicologica. Questa può manifestarsi all’interno di una coppia o comunque in un rapporto tra due persone particolarmente intime. Questo porta chi compie questo atto a mettere in pratica diversi comportamenti al fine di svalutare e distruggere il proprio partner. In occasione della Giornata Internazionale contro la […]