27 Giugno 2022 |

Quali sono i ‘sintomi’ di un matrimonio al capolinea?

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Ammettere a se stessi che il proprio matrimonio è al capolinea può essere un’esperienza alquanto dolorosa. Pronunciare quel per sempre e divorziare non è mai semplice. I motivi sono svariati e tante volte non si sa quale prevalga sull’altro. Ogni matrimonio ha quei periodi. Però bisogna comprendere se quell’arco di tempo sia circoscritto o se ci sia qualcosa alla base di sbagliato.

Matrimonio al capolinea?

Ci sono degli step da fare prima di capire se l’epilogo sarà il divorzio.

  1. Rivolgersi a un consulente matrimoniale.
  2. Parlare con il partner dei bisogni e delle inquietudini della relazione.
  3. Trascorrere più tempo assieme e creare più momenti di intimità.
  4. Riconoscere i propri errori e cercare di cambiarli.
  5. Capire che il partner può commettere degli errori.
  6. Talvolta, però, i segnali indicano che non ci sono molte possibili vie d’uscita.

E se non ci fossero soluzioni?

Ma ovviamente, non tutte le soluzioni hanno dei rimedi del genere. A volte la terapia o il tempo trascorso insieme non fanno altro che peggiorare le cose. Ecco quali sono i segnali che ci dicono che il matrimonio è al capolinea.

1. Se c’è violenza non c’è soluzione

Che sia fisica o verbale, se vi sentite aggrediti dal partner, non dovete accettarlo e dovete capire che i comportamenti violenti sono reiterativi.

2. Le relazioni tossiche

Una relazione tossica può non essere facilmente individuabile. E’ così difficile stabilire dove sia quel confine, eppure bisogna ascoltare tutti i segnali. Se vi sentite disprezzati, maltrattati verbalmente, soggetti a costanti critiche, a mancanza di empatia e di considerazione, potreste essere vittime di una relazione tossica.

3. Le bugie

Una relazione di coppia va costruita sulla fiducia. Il problema è se questa inizia a mancare a causa di bugie continue. In quel caso non c’è niente che si possa fare.

4. Dipendenza di qualunque genere

Bisogna stare attenti alle ipotetiche dipendenze che il vostro partner può sviluppare. Soprattutto se queste riguardano alcol, droghe, gioco d’azzardo. E’ importantissimo parlare con uno specialista.

5. Mancanza di rispetto

Quando si perde il rispetto per l’altro, il rapporto diventa molto complicato.

6. Continui litigi e critiche costanti

Le differenze in un matrimonio sono normali. La convivenza è molto difficile, ma quando c’è amore c’è tolleranza. Se ogni conversazione si trasforma in una discussione, questa tolleranza è andata perduta. Potrebbe persino esserci un bisogno di scaricare una certa rabbia sull’altro. Questo, ovviamente, non fa bene al rapporto. Inoltre c’è differenza tra la critica costruttiva e quella che demolisce. La seconda non è mai giusta.

7. La mancanza di intimità

I rapporti sessuali rappresentano un aspetto importante nella vita di coppia. Se manca questo aspetto, è necessario fare attenzione. L’intimità, il sesso sono fondamentali in una coppia: permettono a questa di ritrovarsi a volte. Con l’aiuto di uno specialista o con il dialogo, questa problematica potrebbe essere superata.