26 Giugno 2015 |

Benessere del neonato, i massaggi che aiutano il bebè a stare meglio

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Quando parliamo di benessere del neonato la nostra mente va automaticamente a coccole e massaggi che aiutano il bebè a stare meglio. Ecco che cosa dobbiamo sapere sui massaggi e perchè sarebbe bene che i genitori conoscessero questa modalità di approccio e di conoscenza del proprio bambino.

Il massaggio del bambino non è una nuova scoperta, bensì un’antica tradizione presente nella cultura di molti paesi che è stata riscoperta e si sta espandendo anche nel mondo occidentale.

L’evidenza clinica e le recenti ricerche hanno confermato, infatti, l’effetto positivo dei massaggi, che aiutano il bebè a stare meglio.

Ci sono molti tipi di massaggi che si possono fare ai bambini, ma non tutti sono efficaci e corretti. Quelli scientificamente accreditarti sono quelli strutturati e pensati da Vimala McClure che sulla base della sua personale esperienza, ha evidenziato 4 benefici del massaggio sui bambini: stimolazione, sollievo, rilassamento, interazione.

Nel quadro di insieme, tuttavia, i benefici del massaggio si riflettono anche sui genitori, che possono instaurare un rapporto di conoscenza profonda con il proprio figlio, aumentando così le capacità genitoriali, la fiducia, la sicurezza  sentendosi più competenti nell’occuparsi del proprio bambino.

Ecco che cosa nel dettaglio migliorano i massaggi fatti al neonato:

Il massaggio facilita nel bambino la conoscenza del suo schema corporeo, lo aiuta a correggere la sua posizione, distendendo i muscoli ed aiutandolo a coordinare i movimenti. Ne ricevono beneficio il sistema circolatorio, digerente, ormonale, immunitario e respiratorio. Ed è per questo, infatti, che i massaggi sono utili contro le colichette.

Oltre all’evidente effetto del rilassamento muscolare, i movimenti ritmici delle mani, il susseguirsi della frequenza, la ritualità dei gesti, sono tutti elementi che possono facilitare l’acquisizione del ritmo sonno-veglia ed aiutare il bambino a scaricare le tensioni accumulate per l’eccessiva stimolazione. Infatti, durante il massaggio, si è notato un aumento della produzione di ormoni come le endorfine, l’ossitocina e la prolattina, ed un conseguente abbassamento dei livelli di ACTH, cortisolo e norepinefrina (ormoni dello stress).

Consigli per i massaggi da fare ai bambini

Come detto sin qui, i massaggi da fare ai bambini piccoli sono diversi ma non c’è nulla di più sbagliato che improvvisare. Tantomeno sarebbe corretto impararli in fretta e furia, come ad esempio sul web.

L’ideale è fare un corso di massaggio neonatale serio e accreditato per genitori, che vi consenta di apprendere la tecnica e la modalità più consona al vostro bambino e alle sue eventuali problematiche, consci del fatto che un massaggio sbagliato potrebbe non solo non aiutare il bebè ma, addirittura, peggiorare le cose.

Ottimi, indubbiamente, i massaggi del bambino che oggi vengono insegnati ai genitori dall’associazione AIMI e dai suoi insegnati per genitori.
C’è da dire che se non ve la sentite di intraprendere questo percorso con vostro figlio, potete sempre fare riferimento ad un esperto di massaggio infantile.

Insomma, il massaggio per bambini è una cosa seria e va fatta bene. Non priviamocene e scegliamo il migliore per i nostri figli!

Potrebbe interessarti anche