01 aprile 2014 |

Gravidanza gemellare, tutto quello che bisogna sapere [FOTO]

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Fino a circa 30 anni fa, solo 1 neonato su 52 era un gemello. Oggi, l’uso di farmaci nel trattamento dell’infertilità, invece, ha reso le nascite multiple un fatto molto più comune.

Ci sono due tipi di gravidanza gemellare:

  1. I gemelli identici
  2. I gemelli non identici

I gemelli identici monozigoti ovvero, il frutto della fecondazione, da parte dello spermatozoo di singolo uovo (zigote ). L’uovo si divide poi in due, dando vita a gemelli identici che condividono gli stessi geni. I gemelli identici sono sempre dello stesso sesso, quindi se i vostri gemelli sono identici avrete due maschietti o due femminucce.

I gemelli non identici sono i dizigoti: ciò accade quando due uova distinte vengono fecondate e si impiantano separatamente nell’utero. Questo tipo di gemelli sono più comuni e, in questo caso, i bambini possono essere dello stesso sesso o di sesso diverso. Solo 1/3 di tutti i gemelli risultano identici mentre i restanti 2/3 sono non identici.

Come accorgersi di essere in attesa di due gemelli?

Una gravidanza gemellare è più possibile se:

Ovviamente, il modo migliore per scoprire se si è in attesa gemelli è l’ecografia che potrà dare esito attendibile a partire dalla 8a e la 14a settimana di gravidanza.

Come stanno i gemelli nella pancia?

I gemelli possono condividere una stessa placenta o avere due placente separate; ciò indipendentemente che siano omozigoti o dizigoti. 1/3 dei gemelli identici monozigoti, infatti, hanno placente separate. Quindi, il fatto che ci siano due placente diverse già nella prima ecografia non significa che i gemellini saranno differenti.

L’unico modo per capire se i gemelli in arrivo saranno identici o no è il test del DNA; quest’ultimo può essere fatto sia dopo che i bambini sono nati sia sulla placenta o liquido amniotico durante la gestazione.

Come avviene il parto dei gemelli?

Se tutto procede bene e non ci sono segni di sofferenza nella mamma o nei bambini, la gravidanza può arrivare alla 38a-39a settimana anche se, sempre più spesso, il parto viene stimolato o si innesca spontaneamente (a causa dello spazio minore nell’utero) fra la 36a e la 37a settimana.

  1. Al momento della nascita, se entrambi sono cefalici (posizionati correttamente a testa in giù, come avviene nel 50 per cento dei casi) si fa nascere il primo e poi si controlla che il secondo sia rimasto in posizione, prevedendone la nascita entro 45-60 minuti al massimo.
  2. Se il primo a uscire è cefalico e il secondo podalico è ancora possibile un parto naturale.
  3. Se invece il primo gemello si presenta in posizione podalica si interviene con il parto cesareo

Rischi della gravidanza gemellare

Vedi qui i rischi connessi a una gravidanza e a un parto gemellare

Verità e falsi miti su gemelli

Ci sono molti miti su gemelli. Eccone qualcuno tra verità e leggenda:

I gemelli identici hanno familiarità

No. Non ci sono prove che da famiglie con gemelli identici, nascano gemelli identici. La familiarità riguarda solo la presenza di gemelli ma non dice nulla sul fatto che siano o meno omozigoti.

 I gemelli saltano una generazione

No. Non ci sono prove a sostegno di questa idea. Tuttavia, alcune donne possono avere una predisposizione genetica al iper-ovulazione e ciò aumenta le possibilità di avere due gemelli. In questo caso, i gemelli hanno le stesse probabilità di nascere ad ogni generazione senza saltarne una.

Tutte le gravidanze iniziano come gravidanze gemellari

Non è vero. Tuttavia, è stato scoperto che più gravidanze di quello che pensavamo partono con la fecondazione di due cellule.

 

Potrebbe interessarti:

Nomi per bambini gemelli

Potrebbe interessarti anche