Sintomi gravidanza, la prima settimana

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

La gravidanza viene spesso annunciata da alcuni sintomi specifici che compaiono già durante la prima settimana dello stato interessante.

Per prima settimana si intende ovviamente quella che inizia il primo giorno di ritardo e non quella dell’effettivo concepimento. E’ solo dal momento del ritardo del ciclo mestruale, infatti, che si può parlare di sintomi, in quanto quelli che si avvertono dal momento della fecondazione sono difficilmente decifrabili se non in alcuni casi specifici.

Il primo sintomo di gravidanza è perciò l’assenza di mestruazione o amenorrea. Questo sintomo riguarda la stragrande maggioranza delle gravidanze ed è a tutt’oggi il sintomo più significativo nella prima settimana di gravidanza e nelle seguenti. Detto ciò, bisogna comunque dire che non sempre la comparsa della mestruazione significa, al contrario, che non ci sia una gravidanza in corso. Ma come si capisce se quella che si presenta in questo caso è una vera e propria mestruazione o un falso?

Le mestruazioni che si possono avere fino al terzo mese di gravidanza sono molto diverse da quelle normali: meno abbondanti e, soprattutto, accompagnate dagli altri sintomi della gravidanza nella prima settimana.

Essi sono:

La nausea e il vomito: abbastanza frequente, anche questo sintomo si può presentare anche come una sorta di “scombussolamento” a livello gastrico. Ci sono donne che hanno nausea sin da subito e che non riescono nemmeno a mangiare i cibi che di solito adorano. A questo stato si aggiunge spesso l’episodio del vomito e una certa spossatezza.

Alcune donne denunciano anche il così detto “pizzicore tra zona ovarica e utero. Si tratta di un pizzicore che sembra essere associato alla fase di impianto dell’embrione nell’utero. Questo sintomo è piuttosto raro, ma le donne più attente ai fenomeni di gravidanza in corso si accorgono di tale sintomo perchè è diverso da qualsiasi altro della sintomatologia premestruale tipica.

Come per la nausea e il vomito, anche la sensibilità agli odori è molto soggettiva e varia da donna a donna. Oltre alla nausea, infatti, durante il primo periodo di gravidanza gli odori possono sembrare alterati e più forti, dando quasi disgusto. Particolare fastidio possono dare le fragranze profumate, l’odore degli animali domestici o del fumo, che possono diventare causa di nausee.

La stanchezza è abbastanza frequente come sintomo della prima settimana di gravidanza. In questo periodo, infatti, può presentarsi forte la voglia di dormire all’improvviso o distrazione dalle attività quotidiane normali. La stessa cosa dicasi per il mal di schiena, che è spesso associato sia alla sindrome premestruale che alla gravidanza.  Ovviamente può essere considerato un  sintomo valido solo in presenza degli altri sintomi sin qui descritti.

Infine, per avere maggiore certezza sulle vostre sensazioni e sui possibili sintomi di gravidanza, potete sempre scegliere di fare una test di gravidanza precoce, che è la misura più veloce offerta dal mercato per scoprire lo stato di gravidanza effettivo.

Potrebbe interessarti anche