Sanremo 2024, chi sono i bnkr44: biografia, carriera, perché si chiamano così

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Con la vittoria a Sanremo Giovani 2023, i bnkr44 si sono aggiudicati un posto in gara al Festival di Sanremo 2024, con la canzone “GOVERNO PUNK“. A partire dal nome e arrivando a chi sono e quali sono le loro biografia e carriera, sono davvero numerose le domande, cui oggi daremo una risposta, intorno a questo collettivo musicale italiano.

Biografia e carriera

I bnkr44 nascono nel 2019 dalla collaborazione fra 7 ragazzi provenienti da Villanova, piccola frazione in provincia di Firenze: sono Erin, Piccolo, Faster, JxN, Caph e Fares, guidati e coordinati dal direttore artistico gheray0. Il loro nome si legge BUNKER44: in origine, infatti, i componenti si riuniscono a suonare in un luogo di ritrovo chiamato proprio Bnkr o Bunker, in cerca di ispirazione artistica e musicale.

Intervistati da Vanity Fair, spiegano: “Siamo un gruppo per come ci poniamo e presentiamo al pubblico, ma siamo un collettivo perché ci percepiamo ancora come tanti artisti singoli che fanno musica insieme. Inoltre, non ci fermiamo solo a quello perché curiamo ogni aspetto che c’è dietro al lancio di un disco o di un brano”.

Nasce così, dunque, un progetto unico e dal sound imprevedibile: un lavoro fra musica, pittura, creazione di articoli di vestiario e produzione. Un manifesto della perseveranza dei giovani della provincia italiana, che scelgono di condividere la loro visione con il mondo. “Fare musica è quello che ci accomuna, quindi la nostra priorità. Però, abbiamo tante idee: da fare mostre, produrre per altri artisti, organizzare un festival tutto nostro. C’è ancora tanto da  costruire…”, raccontano.

bnkr44
bnkr44 – Foto Instagram

Il debutto dei bnkr44 è “44. DELUXE” (nato dopo una sola session lunga 3 giorni), poi pubblicano i primi EP da solisti. Si distinguono subito come un elemento anomalo per la scena musicale italiana. In seguito al primo tour estivo e la presenza a Radar (programma che promuove i talenti italiani in patria e all’estero), il loro stile viene consacrato da “FARSI MALE A NOI VA BENE“. Il disco esce poi in versione definitiva con la “2.0”, rilasciata il 27 maggio 2022 e anticipata dai singoli “SO CHI SEI” e “COSA CI RESTA”.

L’album può intendersi come il manifesto dello stile dei bnkr44. Il gruppo declina una formula urban-pop con la volontà di sperimentare e scoprire le sonorità dei tempi moderni e futuri. Dopo la release, partono per un tour promozionale con cui girano l’intera penisola in più di 20 date.

Attività recente, l’arrivo a Sanremo

Nella parte finale del 2022 firmano importanti collaborazioni in “BOTOX” di Night Skinny con “Diavolo” (feat. Ghali, Rkomi e Tedua) e “Così non va” (feat. Madame, Gaia, Rkomi e Elisa) e in “X2 Deluxe” di Sick Luke con “Domani ti chiamo” (feat. Tananai). A partire dal 28 dicembre pubblicano sui social indizi riguardo il loro nuovo singolo, “PER NON SENTIRE LA NOIA”, in uscita a gennaio del 2023.

Partecipano alla serata cover dell’edizione 2023 del Festival di Sanremo, come ospiti di Sethu e il brano “Charlie fa Surf RMX” (Baustelle). Esce invece il 17 marzo “GUIDA SPERICOLATA”, il secondo estratto del loro nuovo album dal titolo “FUORISTRADA”. Partecipano al concerto del Primo Maggio a Roma e collaborano poi a “La Divina Commedia”, ultimo disco di Tedua, nella traccia “La verità”.

In seguito all’annuncio del loro “I LOVE VILLANOVA CLUB TOUR“, previsto nell’inverno 2024 e comprendente 11 date in tutto lo Stivale, arriva la conferma della partecipazione a Sanremo Giovani con l’inedito “EFFETTI SPECIALI”. Tra i vincitori di Sanremo Giovani 2023, il collettivo è in gara alla 74esima edizione del Festival della Canzone Italiana con “GOVERNO PUNK”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Nonostante il pubblico li abbia visti complici ed affiatati all’ultimo Festival di Sanremo, negli ultimi giorni si sono rincorse le voci di un possibile scioglimento del noto trio, nato nel 2009 nel talent RAI “Ti lascio una canzone”. Il Volo è davvero ai ferri corti? Il recente litigio nel corso di un’intervista a Radio Number […]