21 Febbraio 2022 |

Prepariamo i dolci tipici di Carnevale: chiacchiere, frittelle e zippulas

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il prossimo 24 febbraio sarà  “Giovedì Grasso” giorno che segna l’inizio del Carnevale. Festeggiamo l’inizio di questo periodo  con tre  ricette regionali semplici da preparare : chiacchiere, frittelle e zippulas perfette per portare in casa profumi e sapori del Carnevale.

I dolci di Carnevale più famosi d’Italia

I dolci di Carnevale tipicamente legati all’Italia si declinano in tanti modi diversi, a seconda della regione di appartenenza. Il dolce tipico per eccellenza sono le Chiacchiere, anche dette Bugie, frappe o Tagliatelle di Carnevale. Anche le Frittelle di Carnevale prendono un nome diverso di regione in regione, chiamandosi anche Castagnole, Scorpelle o, con forma diversa, Zippulas, Cattas e Zeppole. Ecco le ricette originali per fare i dolci di Carnevale tipici.

 Frittelle di Carnevale  o Castagnole

Ingredienti

  • Farina 500 gr
  • Zucchero 150 gr
  • 4 uova ( o 2 yogurt veg)
  • 200 ml di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 limone
  • 1 bicchierino di liquore all’anice
  • zucchero per la decorazione
  • olio di semi
  1. In una coppa a bordi alti sbattete con la frusta le uova, lo zucchero e montate fino ad ottenere un composto spumoso
  2. Aggiungete il latte, un pizzico di sale, il liquore all’anice e la scorza di un limone
  3. Infine, incorporate a poco a poco la farina setacciandola e il lievito.
  4. Mettete a scaldare l’olio in un tegame per la frittura portandolo a 180°C
  5. Per fare le frittelle potete usare la sacca da pasticcere o un cucchiaio
  6. Fate le frittelle direttamente nell’olio caldo e friggetele rigirandole fino a quando non saranno dorate su tutta la superficie
  7. Scolatele su della carta assorbente e passatele nello zucchero
  8. Servite calde o fredde in qualsiasi momento della giornata

Chiacchiere o Bugie

 

Ingredienti

  • 50 gr di burro ( o margarina)
  • 500 gr di farina
  • un biccherino di grappa o alcool a piacere
  • 6 gr di lievito
  • 3 uova medie ( un vasetto di yogurt veg)
  • 1 bustina di vanillina
  • 70 gr di zucchero
  • olio di arachidi per friggere
  • zucchero a velo per spolverare

 

  1. Ponete in una coppa grande e alta la farina setacciata, lo zucchero e la vanillina, il burro ammorbidito e le uova
  2. Impastate con le mani fino a ottenere una pasta liscia omogenea
  3. Ricavatene una palla uniforme
  4. Mettete a riposare l’impasto nella pellicola riponendola in un luogo fresco e asciutto per 15 minuti
  5. Dividete ora l’impasto in 3-4 panetti che lavorerete fino ad ottenere le chiacchiere
  6. Potete utilizzare sia il mattarello oppure una impastatrice per fare la sfoglia
  7. Lavorate l’impasto a piccole dosi per ottenere una sfoglia di pochi millimetri di spessore
  8. Tagliate i rettangoli tipici delle chiacchere con delle fessure al centro e intanto riscaldate l’olio per friggere a 180°
  9. Ora friggete le chiacchiere un po’ per volta; dovranno galleggiare nell’olio
  10. Riponete su un piatto da portata e spolverizzate di zucchero a velo

 

 Cattas o zippulas

 

Ingredienti

  • 1 patata
  • Farina 500 gr
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 uovo ( o uno yogurt veg)
  • 1 arancia non trattata
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1/2 bicchiere di spumante o Vermut
  • Olio di arachidi q.b.
  • Zucchero q.b.

 

  1. Lessate la patata con la buccia, spellatela e schiacciatela nello schiacciapatate.
  2. In una terrina unite la farina, l’uovo, il succo d’arancia, lo spumante, il lievito sciolto nel latte tiepido
  3. Incorporatevi la patata e mescolate fino a ottenere un impasto fluido
  4. Lasciate lievitare in un luogo asciutto per circa 1 ora e mezzo
  5. Scaldate l’olio senza farlo fumare
  6. Formate delle ciambelline a spirale con la sacca da pasticcere e friggetele direttamente nell’olio bollente
  7. Fatele dorare da entrambi i lati, sgocciolatele bene e rotolatele in un piatto con abbondante zucchero.
  8. Potete decorarle con la crema pasticcera o con la crema al cioccolato

Leggi anche: