Samosa, la ricetta originale di questa specialità indiana

di Claudia Scorza

Per chi non li conoscesse, i samosa sono dei fagottini indiani composti da pasta triangolare fritta con un morbido ripieno speziato all’interno, apprezzati in tutto il mondo per la loro sfiziosità.

Esistono numerosi varianti, sia vegetariane sia con carne, che accontentano tutti i gusti, diventando uno degli antipasti finger food più apprezzati della cucina orientale.

La versione più accreditata è quella con ripieno vegetariano, ma in realtà non esiste una ricetta univoca di questi speciali fagottini. Proprio per questo, oggi vogliamo proporvi una delle ricette tra le più fedeli a quella tradizionale: ecco la ricetta per preparare i samosa, una specialità indiana di cui non potrete fare a meno!

Ricetta tradizionale dei samosa vegetariani

Ingredienti

Per la pasta:

•    260 gr di farina 00
•    5 gr di sale
•    30 ml di olio
•    240 ml di acqua
•    olio di semi per friggere q.b.

Per il ripieno vegetariano:

•    100 gr di patate
•    70 gr di piselli
•    70 gr di cipolla dorata
•    10 gr di zenzero
•    10 gr di aglio
•    2 peperoncini verdi piccanti
•    5 gr di coriandolo o semi di cumino
•    Un pizzico di curcuma
•    Un pizzico di garam masala (mix di spezie tipico della cucina indiana e pakistana)
•    30 ml di olio
•    sale q.b.

Preparazione:

Iniziamo a preparare i samosa di verdure partendo dall’impasto. Setacciamo in una ciotola la farina e il sale, aggiungiamo l’olio e incorporiamo gli ingredienti tra loro impastando con le dita. Continuiamo fino a quando l’impasto risulterà piuttosto asciutto e sabbioso al tatto.

A questo punto aggiungiamo 75 ml di acqua e continuiamo a impastare con le mani fino a raggiungere una consistenza soffice ma non troppo umida. Lavoriamo l’impasto ancora per qualche minuto, facendolo diventare liscio e modellando per creare una palla. L’impasto dovrà ora riposare per circa mezz’ora, coperto con della pellicola trasparente.

Nel frattempo possiamo dedicarci alla preparazione del ripieno dei samosa. Per farlo, prendiamo una padella capiente e scaldiamo dell’olio, a cui aggiungiamo la cipolla tritata e lo zenzero, fresco o in polvere. Rosoliamo in pentola, aggiungendo il cumino o il coriandolo per circa 5 minuti o comunque fino a quando la cipolla risulterà appassita.

Ora incorporiamo l’aglio e un pizzico di peperoncino, di curcuma, sale e garam masala. Rosoliamo il tutto per un minuto e poi aggiungiamo le patate lessate e tagliate a pezzetti e i piselli precedentemente cotti. Mescoliamo insieme gli ingredienti fino a quando le patate diventeranno asciutte, esercitando una piccola pressione per schiacciare il composto. Lasciamo raffreddare il ripieno e riprendiamo in mano la pasta.

Dividiamo l’impasto in otto parti uguali e procediamo con la stesura di ciascuno, formando un chapati con un diametro di circa 15 centimetri, e cioè un pane tipico sottile e circolare. Ora tagliamo ogni cerchio di pasta a metà ricavando due mezzelune da ogni chapati e procediamo con la farcitura, mettendo due cucchiaini di ripieno al centro e chiudendo i samosa fermandole negli angoli formando un fagottino conico. Sigilliamo i bordi con cura premendo bene con le dita e aiutandoci con un goccio d’acqua se necessario.

Dopo aver creato i samosa con il ripieno e l’impasto, procediamo con la cottura. Mettiamo a scaldare circa quattro dita di olio in una pentola con i bordi alti e monitoriamo la temperatura, assicurandoci che raggiunga i 190° C. Mettiamo a cuocere i samosa nell’olio un po’ per volta, fino a quando l’esterno dei fagottini risulterà ben dorato su tutti i lati.

Estraiamo i samosa con una schiumarola per eliminare l’olio in eccesso e disponiamoli su un piatto rivestito da carta assorbente. Serviamo ben caldi accompagnati da salse a piacere, meglio se speziate, piccanti o agrodolci. Buon appetito!

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria