Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Separazione dei beni, tutti i pro e i contro

Matrimonio - 14 luglio 2017 Vedi anche: Preparazione al matrimonio

Siete prossimi alle nozze e non sapete se optare per la comunione o la separazione dei beni? Sempre più coppie scelgono di sposarsi in regime di separazione, cerchiamo di capire il perché e quali possono essere vantaggi e svantaggi.

Sono sempre di più le coppie che decidono di sposarsi in regime di separazione dei beni. Ma cosa significa esattamente? Quali sono i pro e i contro di un’eventuale separazione dei beni rispetto alla cosiddetta comunione dei beni? Cerchiamo di capire bene come funziona prima di fare la nostra scelta.

Con il termine separazione dei beni si fa riferimento a un regime patrimoniale in cui entrambi i coniugi, anche dopo il matrimonio, continuano a mantenere la titolarità esclusiva di tutti i beni acquistati durante e prima le nozze. Mentre all’opposto c’è la comunione dei beni, che è il regime patrimoniale previsto dalla legge in caso di matrimonio, a meno che i coniugi non facciano espressa richiesta di separazione dei beni. In questo caso, quindi in regime di comunione, tutti i beni acquistati durante il matrimonio appartengono a entrambi i coniugi, a prescindere da chi abbia realmente fatto l’acquisto.

Vantaggi e svantaggi della separazione dei beni

Ci sono sempre dei vantaggi ma anche degli svantaggi: cerchiamo di capire esattamente come stanno le cose, in modo tale da poter fare una scelta più consapevole.

Vantaggi della separazione dei beni

L’aspetto più importante è che in caso di divorzio o separazione, i propri beni in un certo senso vengono protetti, per cui spesso il divorzio diventa più semplice da gestire, dato che ciascuno dei coniugi rimane titolare dei propri beni.

Un altro vantaggio è di tipo fiscale: nel caso in cui uno dei coniugi abbia contratto debiti, questi non ricadono sui beni dell’altro coniuge e nel caso uno dei due abbia avuto figli da un matrimonio precedente non c’è alcun rischio di pretesa sull’eredità. Infine, chi si sposa in regime di separazione di beni può usufruire di agevolazioni sull’acquisto della prima casa. Infine è possibile usufruire di agevolazioni sull’acquisto della prima casa nel caso in cui solo uno dei due coniugi ne abbia già usufruito.

Svantaggi della separazione dei beni

Non esistono dei veri e propri svantaggi, ma spesso sono fattori di tipo psicologico a rendere più complicata l’idea di una separazione dei beni, specialmente se tale volontà viene percepita come una mancanza di fiducia nei confronti del partner. In realtà la scelta dell’uno o dell’altro regime dipende dalla situazione economica della coppia e da necessità specifiche.

LEGGI ANCHE:

Separazione e comunione dei beni: basta il testamento?

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA