Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Fasciare i neonati, tutti i pro e i contro

Mamma - 8 giugno 2017 Vedi anche: Pediatria

La discussione sulla pratica di fasciare i neonati, con tutti i pro e i contro, è aperta. Sono diverse e a tratti totalmente antitetiche le posizione su questa pratica antica della fasciatura dei neonati.

Da qualche anno pare essere tornata in uso la pratica di fasciare i neonati. Ma quali sono i pro e i contro di questa modalità ostetrica che viene sempre di più rivalutata?

I pro della fasciatura neonatale

Tra i motivi a favore della pratica di fasciare i neonati c’è la spiegazione funzionale di alcune ostetriche: la fasciatura aiuta il bambino a stare tranquillo. Molti casi in cui il bambino fasciato con la giusta tecnica risulta più sereno e dorme meglio. Tra i vari motivi di questo risultato legato alla fasciatura neonatale c’è il contenimento ad opera delle fasce nei primi 2 mesi di vita del riflesso di Moro che fa svegliare continuamente i bambini. Sempre secondo l’osservazione empirica, fasciare i bambini pare essere correlato con una scomparsa più veloce delle coliche, specie nei casi in cui il bambino ha avuto un parto difficile e questa forma di contenzione posturale gli consente di far funzionare meglio l’intestino. Di questa evidenza non esistono però prove scientifiche. D’altra parte, dicono le ostetriche a favore della pratica di fasciare il neonato, questa prima forma di babywearing è vecchia quanto il mondo ed è ancora largamente usata da molte mamme in culture e luoghi differenti.

 

I contro della fasciatura neonatale

Di contro, fasciare i neonati è stato messo sotto accusa a causa non solo di correnti di pensiero differenti ma, soprattutto, per i diversi studi che hanno messo in evidenza la correlazione tra morte in culla precoce del neonato e fasciatura. C’è da dire che la fasciatura del bambino va fatta correttamente e con l’aiuto di una ostetrica esperta. Inoltre non si deve mai fasciare il bambino se è agitato o non sta bene. Questa pratica di contenimento del neonato, infatti, è controproducente se viene usata per bloccare le normali funzioni vitali del bambino e deve essere fatto per poche ore o di tanto in tanto. Il bambino, dicono i pediatri, deve poter uscire dalla fasciatura qualora ne abbia bisogno e dato che ancora non è capace di coordinare i suoi movimenti, la fascia può essere un pericolo per i suoi movimenti di respirazione.

Nonostante questa tecnica sia tornata alla ribalta e venga utilizzata per far dormire e rilassare i bambini, perciò, è bene dire che gli studi a sfavore dello swadding sono notevolmente più numerosi e sembrerebbero suggerire una totale cautela nel fasciare i neonati senza le giuste precauzioni.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA