Infedeltà coniugale: cause e cure di un fenomeno in crescita

Amore e Sesso - 19 giugno 2011 Vedi anche: La Vita di Coppia

Ad un certo punto del matrimonio può nascere il desiderio di tradire, ma quali sono le cause dell'infedeltà coniugale? Storie e avventure fuori dal matrimonio o dalla convivenza sono in crescita. Vediamo perchè.

I dati circa l’infedeltà coniugale e l’infedeltà sessuale sono sempre più in crescita e sono, a dir poco, impressionanti. Gli studi statistici in questo campo mostrano che, sebbene il 90% delle coppie sposate disapprovino relazioni extraconiugali, il 15% delle mogli e il 25% dei mariti ha sperimentato il sesso extraconiugale. Questi numeri aumentano del 20% in presenza di vicende emotive e relazioni in cui non è coinvolto il sesso. Altre fonti di studio sostengono che, circa il 60% dei mariti e il 40% delle mogli ad un certo punto nel loro matrimonio, avrà una relazione extraconiugale. Un altro termine per definire l’infedeltà coniugale è adulterio. In questo senso, La Nuova Enciclopedia Britannica dice che “l’adulterio sembra essere così universale e comune quanto il matrimonio”.

Ciò che è allarmante in queste statistiche, tuttavia, non sono i numeri, bensì, il forte impatto emotivo che l’infedeltà coniugale ha sulla vita delle persone; basti pensare alla ferità che questo tipo di dolore comporta, le notti di insonnia e la confusione mentale, l’ansia e le depressioni coinvolte in queste percentuali. Anche quando tutto è venuto a galla, inoltre, il coniuge può sopravvivere al trauma, ma i danni al matrimonio, probabilmente, non saranno mai del tutto riparati.

Le avventure extraconiugali, sebbene sembrino meno gravi, in realtà possono avere conseguenze a lungo termine su entrambi i coniugi. Prime tra tutte sono:

Perché l’infedeltà coniugale si verifica

Le cause d’infedeltà coniugale sono molteplici. Emily M. Brown, assistente sociale e direttrice del Centro per la Terapia e Mediazione familiare americana, ha classificato i motivi di relazioni extraconiugali così:


  1. evitare conflitti

  2. evitare l’intimità

  3. dipendenza sessuale

  4. fuga dalle responsabilità

E’ importante notare come alcuni coniugi, per esempio, sembrano soccombere alle lusinghe di una relazione extra-coniugale a seguito di uno stress particolare come:


  • un cambiamento nel modo di vivere

  • diventare un genitore

  • la sindrome del nido vuoto che si verifica quando i figli vanno via di casa

L’adulterio, pertanto, può verificarsi in matrimoni felici, come in quelli infelici. In alcuni casi, sebbene i membri di un matrimonio possano sembrare soddisfatti della loro vita coniugale, può accadere che uno dei due inizi un’avventura a causa della bassa autostima e dell’insicurezza. In questo modo il coniuge evita il consueto conflitto o la paura di intimità legata, per esempio, a problemi di calo della libido.
Anche se si è lavorato duramente per realizzare un matrimonio felice e duraturo, l’illusione che una nuova relazione possa risolvere le debolezze può prendere il sopravvento.

Altre cause di infedeltà coniugale sono quelle tipiche di un matrimonio in crisi e già fallito. E’ il caso della mancanza di affetto tra i coniugi, la dipendenza sessuale di uno o entrambi i coniugi, e la mancanza di comunicazione. In questo caso, l’infedeltà è un mezzo per sfuggire a un matrimonio infelice.

Come reagire nel caso di infedeltà

Comunque la si cataloghi, l’infedeltà coniugale è come una malattia che distrugge le radici di una pianta e alla fine la uccide. L’infedeltà non può mai essere una cura per la malattia. Allo stesso modo, le avventure extraconiugali sono come una malattia non localizzata e sulla quale non si può intervenire: molto presto il matrimonio sarà del tutto infetto e si dovranno prendere misure estreme per salvarlo. Solo una minima percentuale dei matrimoni, infatti, risulta rinvigorita da una relazione extra-coniugale.

Il motto gusto per evitare tutto ciò che l’infedeltà può causare a se stessi e agli altri è proprio “prevenire è meglio che curare“. In una visione migliorativa del fenomeno, tuttavia, bisognerebbe mettere in conto che essa può verificarsi e che bisognerà affrontarla col dialogo e con il giusto supporto psicologico, necessario per individuare la causa, eliminare i sensi di colpa e non andare più in contro agli stessi errori.

Articolo scritto da: Cinzia Rampino

CONDIVIDI

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

COMMENTA