03 gennaio 2018 |

Tutte le proprietà e gli usi dell’olio di vinaccioli

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Tutte le proprietà e gli usi dell’olio di vinaccioli: dalla cura della cellulite alle occhiaie, ecco come si usa questo olio miracoloso.

L’olio essenziale di vinaccioli è l’olio ottenuto dalla spremitura dei vinaccioli, i piccoli semi contenuti nell’uva (Vitis Vinifera). Precisamente, ogni acino d’uva contiene al suo interno circa 4 semi nei quali è presente circa il 15-16 % di olio di vinaccioli. Per ottenere un olio di vinaccioli di alta qualità è necessaria una precedente essiccazione dei semi. Le modalità per ricavarlo sono essenzialmente tre:

  1. La spremitura a freddo dei vinaccioli grazie a presse idrauliche
  2. L’estrazione chimica, con l’utilizzo di acqua calda
  3. L’estrazione con esano

Sicuramente la spremitura a freddo dei vinaccioli è la migliore per assicurare che i nobili antiossidanti e i polifenoli contenuti non si degradino, come farebbero invece con estrazione chimica.

Olio di vinaccioli: proprietà e usi culinari

Dal punto di vista alimentare, l’olio di vinaccioli è utilizzato in tanti piatti. Si presenta come un liquido giallo tendente al verde, dal sapore molto delicato che non copre assolutamente il sapore delle altre pietanze, ed è ricco di vitamina E, antiossidanti e polifenoli: la prima protegge le cellule dell’organismo preservandole dall’ossidazione e dall’azione tossica dei radicali liberi, mentre i polifenoli hanno un’azione protettiva sul sistema cardiovascolare.

Per uso culinario, l’olio di vinaccioli può essere usato ad esempio nella frittura, avendo un elevato punto di fumo oppure per insaporire verdure al vapore. Interessante è anche l’impiego dell’olio di vinaccioli nei dolci, per esempio per fare margarina fatta in casa o tahina fai da te.

Sappiamo poi che l’olio di vinaccioli è molto impiegato anche in uso cosmetico.

Da questo punto di vista, tra le proprietà dell’olio di vinaccioli vi è sicuramente quella nutriente per l’epidermide: questo grazie alla presenza dell’acido linoleico di cui l’olio di vinaccioli è ricco (oltre il 50%). Applicandolo sulla pelle, esso favorisce la coesione cellulare e limita la perdita d’acqua, garantendo una buona idratazione. Per questo motivo, l‘olio di vinaccioli è indicato anche per la cura delle pelli secche, che tendono a disidratarsi velocemente e ad essere più esposte all’aggressione degli agenti esterni.

Essendo componente delle ceramidi, è un naturale balsamo per capelli: può essere quindi utilizzato dopo uno shampoo, per degli impacchi nutrienti di olio di vinaccioli su capelli secchi e spenti, per ridargli compattezza e morbidezza.

Riconosciute sono inoltre le proprietà stimolanti dell’olio di vinaccioli sulla micro-circolazione cutanea, per questo motivo, quest’olio si impiega sempre di più per il trattamento di:

Vediamo ad esempio gli impieghi di questo olio essenziale di vinaccioli sul viso: solo un paio di gocce di olio di vinaccioli sulle occhiaie, picchettando con la punta delle dita e massaggiando in modo molto delicato, riattiva la micro-circolazione, attenuandole. Questo unguento miracoloso sarà anche un ottimo trattamento anti-rughe che attenuerà le linee sottili in modo notevole.

Inoltre l’olio essenziale di vinaccioli è noto per le proprietà drenanti, astringenti, depurative e rassodanti. È un’ ottima soluzione per combattere la ritenzione localizzata dei liquidi, una delle cause principali della cellulite. Per un trattamento anti cellulite con olio di vinaccioli mescolare l’olio essenziale con un decotto di rosmarino e menta da far raffreddare e applicare sulla zona interessata, massaggiando con movimento ascendente.

Potrebbe interessarti anche