Quale sport è più adatto per bambini timidi o vivaci?

di Claudia Scorza

Per i loro effetti benefici da un punto di vista psicomotorio e psicologico le arti marziali, il nuoto e la ginnastica a corpo libero sono un vero toccasana. In special modo se sono troppo vivaci e con scarsa capacità di concentrazione. O al contrario se sono bambini molto timidi al limite dell’insicurezza.

Lo sport è una di quelle parti fondamentali per la crescita sana dei bambini, non solo da un punto di vista fisico, ma anche psicologico.

Infatti, oltre ad essere un’appurata fonte di benessere per figli e genitori, è anche un toccasana per migliorare e gestire alcuni aspetti caratteriali che a volte i genitori faticano a tenere sotto controllo.

L’iperattività, l’aggressività, la difficoltà ad aprirsi e a socializzare con gli altri, la continua richiesta di attenzioni e l’eccessiva timidezza e insicurezza sono tutte caratteristiche caratteriali che lo sport può aiutare a riequilibrare, favorendo una crescita armonica del bimbo.

Un bambino con eccessi di aggressività, ad esempio, ha bisogno di trovare uno sport che aiuti a sfogare l’argento vivo in modo naturale, migliorando il suo benessere psichico e fisico.

È importante tener presente che nella scelta dello sport per i bambini molto spesso è utile che i bimbi sperimentino tante discipline diverse per capire quella che è più congeniale alle proprie caratteristiche.

Con le Arti marziali i bambini giocano con controllo e disciplina

Per i bambini aggressivi una delle discipline più indicate sono le arti marziali, poiché si tratta di un tipo di attività fisica in grado di mettere un freno all’aggressività in quanto non solo non insegna a picchiare, ma promuove l’insegnamento del rispetto, delle regole e del controllo emotivo, trasmettendo importanti valori per la vita.

Infatti attraverso questo sport il bambino inizia a stimolare l’ascolto di sé, fondendo corpo e mente e rendendo questa pratica un ottimo alleato della psicoterapia. Tale attività, se praticata con costanza, può essere d’aiuto anche per i bambini che seguono una terapia farmacologica a livello psichiatrico.

Con il termine arte marziale, però, vengono racchiuse migliaia di interpretazioni diverse e tra queste troviamo due sport adatti ai bambini più vivaci: judo e karate. Per informazioni sui centri accreditati è possibile rivolgersi alla Federazione Judo Lotta Karate Arti Marziali .

  • Judo

Il judo riprende gli insegnamenti dei grandi maestri orientali e si concentra sul rispetto per se stessi e per gli altri. Attraverso questa disciplina i bambini aggressivi potranno sfogare la loro vivacità mediante movimenti del corpo specifici e controllati, imparando a dosare la forza che li anima e rendendola positiva. Si tratta di uno sport di solito consigliato a partire dagli 8-9 anni.

  • Karate

Come per il judo, anche il karate è una disciplina orientale molto utile per lo sviluppo psicomotorio dei bambini e, in particolare, questo tipo di attività contribuisce a sviluppare una coordinazione neuromotoria molto importante per la crescita dei bambini, meglio se praticata, però, a partire dai 7 anni.

Con il karate i bambini più vivaci e maneschi troveranno un progressivo giovamento nel controllo della propria aggressività.

Nuoto per bambini anche piccolissimi

Per i bambini più piccoli, intorno ai 3-4 anni, invece, è consigliabile praticare sport come il nuoto poiché, oltre a riuscire ad aiutare a sviluppare l’intero apparato motorio dei bambini, insegna loro il controllo del proprio corpo, riuscendo a scaricare le energie in modo naturale e mirato.

Inoltre questo sport è indicato anche per quei bimbi che fanno fatica a rimanere in silenzio e che hanno sempre bisogno di sfogare la propria iperattività verso qualcosa o qualcuno.

Ginnastica a corpo libero: disciplina e divertimento per bambini anche molto piccoli

Anche la ginnastica a corpo libero è un’attività altamente raccomandabile per i bambini aggressivi e ha il vantaggio di poter essere intrapresa abbastanza presto, intorno ai 5 anni.

È sicuramente uno degli sport più completi poiché favorisce l’armonico sviluppo dell’apparato locomotore, agendo su ossa, muscoli e articolazioni, e aumenta la conoscenza, la consapevolezza ed il controllo del proprio corpo anche nei soggetti che sprigionano energia e forza incontrollata.

Praticando ginnastica i bambini aggressivi diminuiranno piano piano gli episodi di aggressività che li caratterizzano.

LEGGI ANCHE:

COME INSEGNARE YOGA AI BAMBINI

5 SPORT ALTERNATIVI CHE I BAMBINI POSSONO PRATICARE

BAMBINI E SPORT: 10 ACCESSORI INDISPENSABILI PER UN BIMBO CHE VA IN PISCINA

BAMBINI E SPORT:  5 BUONI MOTIVI PER ISCRIVERE TUO FIGLIO A RUGBY

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

3 min

Settembre si avvicina e presto sarà il momento di tornare a scuola! Il primo giorno, si sa, è sempre emozionante, ma anche ricco di paure e incertezze. Dopo mesi passati a godersi le vacanze, se da un lato c’è l’emozione di rivedere i vecchi compagni di classe, dall’altra si è sempre un po’ intimoriti di […]

2 min

Dimenticare i bambini in auto è un rischio che terrorizza molti genitori. Si tratta di un incidente che spesso si verifica e può capitare a tutti. Non è un gesto per cui colpevolizzarsi dal momento che non viene fatto intenzionalmente, ma per fortuna ci sono metodi e dispositivi per fare in modo che questo non […]

2 min

Il fluffy slime è un gioco amatissimo dai bambini. Antistress, coloratissimo, diverte i bambini e chi lo prepara. Ma cos’è il fluffy slime? Scopriamolo insieme! Cos’è il fluffy slime Il fluffy slime è un bellissimo gioco, costituito da un materiale viscoso, gelatinoso e al tempo stesso elastico, facile da plasmare, che esiste da moltissimi anni e […]

3 min

La paura del buio è molto diffusa tra i piccoli: quando si è bimbi è quasi fisiologico temere l’assenza di luce, mentre diventa patologica negli adolescenti e negli adulti (in questo caso si parla di aclufobia, nictofobia, scotofobia o ligofobia). Quando i bambini hanno paura del buio Questo timore si manifesta con l’ansia quando vengono […]