Alessandro Gassmann, biografia, carriera, età, figlio, vita privata e instagram

di Romina Ferrante


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Alessandro Gassmann è un attore e regista italiano, figlio del celebre attore Vittorio Gassmann.

Grazie al suo talento nel tempo Gassmann si è fatto strada nel mondo del cinema, del teatro e della tv ricoprendo ruoli importanti e facendosi amare dal grande pubblico.

Conosciamo più da vicino l’attore romano.

Chi è Alessandro Gassmann

Alessandro Gassmann nasce a Roma il 24 febbraio 1965, ha quindi 58 anni ed è del segno zodiacale dell’Acquario. È alto 193 cm e il suo peso si aggira attorno agli 87 kg.

I suoi genitori sono il grande Vittorio Gassmann e l’attrice francese Juliette Mayniel e da loro eredita l’amore per la recitazione. La coppia si separa quando Vittorio Gassmann ha solo 3 anni.

Sin da giovanissimo comincia a seguire le orme dei genitori facendo il suo debutto all’età di 17 anni nel film autobiografico “Di padre in figlio“, scritto, diretto e interpretato con il padre Vittorio, con il quale studia recitazione presso la Bottega Teatrale di Firenze.

Nel 1984 Gassmann recita nello spettacolo teatrale “Affabulazione” di Pier Paolo Pasolini e inizia a collaborare dal 1996 in poi con Gianmarco Tognazzi, recitando in diversi film che gli permettono di perfezionare il suo talento come “Uomini senza donne“, “Facciamo fiesta“, “Lovest“, “I miei più cari amici“, “Teste di cocco“, “Ex” e “Natale a Beverly Hills“, nella versione teatrale di “A qualcuno piace caldo” e doppiare il cartone animato “La strada per El Dorado“.

Nel 1997 recita nel film “Il Bagno Turco” di Ferzan Özpetek che gli dà una grande popolarità e grazie a cui viene notato da Yves Saint Laurent, che lo sceglie per il suo straordinario fascino come testimonial per il profumo Opium.

Gli anni 2000

Nel 2001 poserà nudo per il calendarioMax” e partecipa in seguito ad altre pubblicità famose.

Oltre al cinema, al teatro e alle pubblicità Alessandro Gassmann si cimenta con la tv, recitando in diverse fiction come “Le stagioni del cuore” nel 2004 dove recita al fianco di Anna Valle e poi ancora “Piccolo mondo antico“, “La guerra è finita” e “La sacra famiglia“.

Nel 2005 ha l’opportunità di recitare in America nel film d’azione “Transporter: Extreme” e in Italia nel 2006 nella pellicola drammatica “Non prendere impegni stasera“.

Nel 2008 nel film “Caos calmo” interpreta il ruolo del fratello del protagonista Nanni Moretti, interpretazione che gli consente di vincere il “David di Donatello” come miglior attore non protagonista, il “Ciak d’oro“, il “Nastro d’argento” e il “Globo d’oro” della stampa estera.

Nello stesso anno adatta per il teatro il dramma “La parola ai giurati” scritto da Reginald Rose nel 1954, spettacolo portato in scena anche nel 2009.

Lo stesso anno recita nel film “4 padri single”, “Ex” di Fausto Brizzi e “Il compleanno di Marco Filiberti” e nella miniserie tv “Pinocchio” di Alberto Sironi.

Tra i suoi tanti progetti lavorativi c’è anche spazio, dal 2010 al 2014, per assumere l’incarico di direttore del Teatro stabile del Veneto Carlo Goldoni e realizzare, sempre nel 2010, un documentario sul padre Vittorio a dieci anni dalla scomparsa “Vittorio racconta Gassman”, presentato in apertura della Mostra del Cinema di Venezia.

Nel 2012 conduce Le Iene per cinque puntate in sostituzione di Luca Argentero e avvia un sodalizio artistico con Massimiliano Bruno recitando in “Viva l’Italia” (2012), “Gli ultimi saranno ultimi” (2015), “Beata ignoranza” (2017), “Non ci resta che il crimine” (2019) e il sequel “Ritorno al crimine” (2021).

Con il film “Razzabastarda“, che segna il suo esordio alla regia nel 2013 Gassmann vince al Bifest il “Premio Francesco Laudadio” per la miglior opera prima e seconda.

Nel 2017 dirige il film “Il premio“, di cui è anche interprete al fianco di Gigi Proietti. Nel 2021 viene presentato al Festival del cinema di Venezia la sua nuova pellicola cinematografica “Il silenzio grande“, mentre nel 2022 si impegna in teatro portando in scena “Il silenzio grande” e “Racconti disumani” e pubblica “Io e i #GreenHeroes“, un diario di impegno civico scritto con Roberto Bragalone, che racconta le storie di uomini e donne che hanno creato un’impresa o fatto scelte di vita a sostegno dell’ambiente e i cui proventi verranno utilizzati per piantare alberi.

Al momento è impegnato sul piccolo schermo con le riprese della seconda stagione della serie TV “Un professore” e al cinema con “Billy“, l’opera prima di Emilia Mazzaccurati, in cui interpreta il rocker Zippo.

Vita privata e instagram

Alessandro Gassmann è sposato dal 1998 con l’attrice Sabrina Knaflitz, di origini romane e austriache, dalla cui relazione è nato Leo Gassmann, giovane cantautore che ha partecipato all’ultima edizione del Festival di Sanremo (2023), dopo aver già preso parte alla kermesse nel 2020, ottenendo la vittoria nella categoria “Nuove proposte” e nel 2019 a X-Factor.

È possibile seguire l’attore romano sulla sua pagina instagram ufficiale @alessandro_gassmann_official che vanta oggi 549 mila follower. Qui Gassmann condivide tutti i suoi aggiornamenti professionali, dalle interviste sui giornali agli scatti sui set dei suoi film, ma c’è spazio anche per momenti di relax insieme al figlio e alla moglie.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria