21 Novembre 2021 |

Amanda Lear: “Io la prima volta di Mighel Bosè”

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • Amanda Lear è stata la prima volta di Miguel Bose e lo scrittore ha inserito questo passo all’interno del suo libro.
  • La reazione di Amanda Lear
  • Chi è Amanda Lear?

Il libro di Miguel Bosè nasconde un ricordo che vede protagonista anche Amanda Lear. “Penso che abbiano potuto architettarlo perché mio padre non vedeva l’ora che io fossi iniziato al sesso per ‘gareggiare’ con lui con le altre donne. Da allora, io e Amanda continuiamo tutt’oggi a vivere un’enorme fratellanza e complicità”. Amanda Lear è stata la prima volta di Miguel Bosè e lo scrittore ha inserito questo passo all’interno del suo libro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BOSÉ_INSTAMATRIX (@miguelbose)

Amanda Lear la prima volta di Miguel Bose

“Non capisco perché Miguel abbia raccontato questa cosa privata, ma si vede che gli ho lasciato un bel ricordo”. Sono queste le parole scelte da Amanda Lear per commentare il passaggio dell’autobiografia di Miguel Bosè, appena uscita in Spagna, in cui il cantante confessa di aver perso la verginità a 17 anni proprio con lei. Ospite della puntata domenicale di Verissimo, la musa di Dalì racconta di quella fugace relazione e di come il rapporto con Bosè si sia sviluppato nel tempo.

La reazione di Amanda Lear

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da amanda lear (@amanda.lear)


“Lui era il figlio del grande torero Dominguin, che era un grande conquistatore ed era preoccupato che Miguel fosse troppo delicato, dolce. Lui veniva spesso ospite da Salvador Dalì a Cadaqués e un’estate Dominguin me lo ha buttato praticamente tra le braccia. Io e Miguel siamo andati a fare una passeggiata ed è successo”. Dice Lear che nella vita, tra il ménage-à-trois con Salvador Dalì e la moglie Gala e diverse altre fiamme, ha sempre vissuto la sessualità in maniera libera.

Chi è Amanda Lear

Amanda Tapp, questo è il suo nome originale è una ex-modella, cantante e attrice francese naturalizzata britannica che ha esordito negli anni 60′ diventando un’icona di fama internazionale nel mondo della moda e dello spettacolo.
Posò per la copertina dell’album musicale For Your Pleasure dei Roxy Music in versione modella fetish e anche attraverso questo lavoro attirò su di sé scalpore e qualche polemica.

A metà degli anni settanta debuttò anche come cantante e raggiunse ben presto il successo firmando il suo primo contratto con una famosa etichetta di Monaco di Baviera, la celebre Ariola Records.

La musa ispiratrice di Dalì ai suoi esordi

L’attrice non è cambiata quasi per nulla. La folta chioma bionda, le labbra carnose, il fisico asciutto, lo sguardo sensuale enfatizzato dagli occhi grandi e profondi sono rimasti gli stessi.

Qualcuno ha pensato che avesse fatto ricorso alla chirurgia plastica. Lei per dimostrare che il suo è un fascino ancora naturale ha scritto appositamente un libro pubblicato in Francia. All’interno di questo libro ha spiegato di aver sempre disdegnato gli interventi di medicina estetica.