Cipolline in agrodolce da conservare, la ricetta per mangiarle tutto l’anno

di Claudia Scorza

Le cipolline in agrodolce sono un ottimo antipasto da servire in accompagnamento a un  tagliere misto di salumi e formaggi o come aperitivo da stuzzicare insieme a verdura sott’olio o a sfiziosi sottaceti. Spesso vengono acquistate già pronte in vasetto o in gastronomia, ma prepararle in casa è davvero semplice.

In realtà possono essere preparate in diversi modi: di solito si preparano cipolline in agrodolce al forno, in padella o bollite in pentola. Oggi vi sveliamo i passaggi di una di queste modalità per preparare le cipolline in agrodolce da conservare: la ricetta per mangiarle tutto l’anno e rendere ancora più gustosi i vostri pasti!

Cipolline in agrodolce in padella

Ingredienti:

  • 300 gr di cipolle borretane
  • 50 gr di aceto balsamico
  • 80 gr di miele di castagno
  • un pizzico di sale fino

Procedimento:

Per preparare le cipolline in agrodolce in padella prendete una padella larga e versateci il miele di castagno, aggiungete le cipolline e lasciate che il miele si sciolga completamente, caramellando le cipolline per circa 5 minuti. Abbiate cura di mescolare di tanto in tanto utilizzando un cucchiaio di legno.

Ora aggiungete un pizzico di sale e l’aceto balsamico. Sempre mescolando, lasciate cuocere le cipolle fino a quando la salsa si sarà ritirata diventando piuttosto densa. Se desiderate ottenere delle cipolline più croccanti lasciatele cuocere per 10 minuti, se invece le preferite più tenere cuocete per 15-20 minuti. Una volta cotte, mettete le cipolline in agrodolce fatte in casa in una ciotola, insieme alla salsa di cottura.

Conservazione:

Se non mangiate tutte le cipolline in agrodolce appena preparate, potete conservarle in barattoli di vetro tenendole in frigorifero per una settimana, assicurandosi che il contenitore sia ben chiuso.

Leggi anche:

 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria