29 Gennaio 2016 |

Pasta kataifi, tante ricette gustose da provare

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Le ricette con la pasta kataifi sono un mix tra innovazione e tradizione. Originaria delle zone greche, turche e arabe, la Kataifi è ottima per preparare dolci, involtini e torte salate. Ecco le ricette!

La pasta kataifi è una pasta davvero semplicissima e bellissima, che si presta alla preparazione di dolci e salati gustosi e fantasiosi. E’ fatta di acqua e farina e ha una classica forma di capelli d’angelo, infatti si può anche fare con la pasta di fillo tagliata sottilissima. A parte farla in casa (e stare molto attenti a non farla essiccare), si acquista già fatta e si usa per le ricette aprendola e separandola bene. Una volta tagliata o avvolta sulle pietanze si impregna di sciroppo zuccherino o acqua e zafferano, miele, noci, mandorle e pistacchi. Ecco le ricette gustose.


Gamberoni in pasta kataifi

  • 6-7 gamberoni
  • 1 uovo leggermente sbattuto
  • sale
  • 125 g pasta Kataifi
  • Olio d’oliva

Ricetta

  1. Preriscaldate il forno a 220° C e sgusciate e pulire i gamberi, lasciando le code
  2. Mettete la pasta kataifi in una ciotola di medie dimensioni e allentate con la punta delle dita fino a quando i fili sono separati
  3. Mettete circa un cucchiaio colmo di pasta su un bordo e formare una striscia lunga 15 cm
  4. Coprite la pasta restante con un panno umido per evitare che si secchi
  5. Sbattete l’uovo con il sale e immergete il gambero nell’uovo sbattuto, poi mettetelo ad una estremità della striscia di pasta
  6. Stendete la pasta intorno al gambero e avvolgetelo
  7. Posizionate su una teglia da forno e ripetere con i gamberi rimanenti
  8. Irrorate leggermente con olio d’oliva e infornate per circa 10 minuti fino a quando sono leggermente dorati e croccanti. In alternativa si possono anche friggere.

Ricetta del Kataifi originale

Il Kataifi è un dolce originale della Grecia ed è a base di pasta kataifi, miele, noci, e cannella

Ingredienti

  • 500 g di Pasta Kataifi
  • 250 g di burro
  • 300 g di noci
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di cannella

Per lo sciroppo

  • 250 g di miele
  • 500 g di zucchero
  • 2 stecche di cannella
  • 1 limone

Ricetta

  1. Mettete in un pentolino il miele, lo zucchero, 300 ml di acqua, le stecche di cannella e la buccia grattugiata di un limone
  2. Fate sciogliere lo zucchero e portate a bollore, quindi versate in una caraffa e fate raffreddare
  3. Riponete lo sciroppo in frigorifero e lasciatelo riposare per almeno 6 ore
  4. Proseguite ora con il ripieno del dolce Kataifi
  5. Triturate le noci e mescolatele allo zucchero, unite l’uovo e un cucchiaino di cannella
  6. Prendete un po’ di fili di pasta Kataifi e stendeteli sul tavolo. Mettete un po’ di ripieno e arrotolate in modo da ottenere una specie di cannoncino
  7. Disponete tutti i cannoncini in una teglia ricopriteli con 250 g di burro fuso e cuocete per circa 30 minuti nel forno preriscaldato a 180° C
  8. Appena il kataifi esce dal forno ricopritelo con lo sciroppo freddo e poi lasciate riposare almeno un giorno
  9. Al momento di servire recuperate un po’ di sciroppo che è colato sotto i rotolini di Kataifi e bagnateli di nuovo.

Ricetta dolce con la pasta kataifi: il Kunefe [VIDEO]

Ingredienti

  • 500 grammi di pasta Kataifi
  • 200 grammi di burro
  • 500 grammi di ricotta o formaggio di capra o anche metà e metà

Per la guarnizione

  • 300 grammi di zucchero
  • 300 ml di acqua
  • succo e scorza di limone grattugiata finissima
  • cannella, opzionale
  • acqua di fiori d’arancio, se preferite al posto della cannella, ma sempre opzionale
  • 70 grammi di pistacchi tritati

Ricetta

  1. Accendete il forno a 170-180 gradi
  2. Dividete la pasta Kataifi in più parti e separate gli spaghettini e metteteli in una placca grande, stando attenti a non sbriciolarla troppo. Condite con il burro sciolto, in modo che tutti la pasta ne sia ben ricopertaù
  3. Prendete uno stampo per torte di 15 cm e imburrate generosamente il fondo. Prendete metà della pasta Kataifi e foderate il fondo dello stampo. Se risulta troppo secca ungete con il burro
  4. Lavorate la ricotta con una spatola fino a renderla cremosa. Spalmate uno strato sopra il Kataifi e poi richiudete con il resto della pasta. Per aiutarvi a sigillare alla perfezione usate altro burro sciolto come collante
  5. Mettete nel forno caldo e cuocete per 35 minuti
  6. Intanto preparate lo sciroppo sciogliendo in un pentolino zucchero, acqua e succo e scorza di limone, fino a quando non assume una consistenza sciropposa.

Potrebbe interessarti anche