Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Leggere ad alta voce è utile, e non solo per i bambini: ecco perché

Società - 26 dicembre 2017

La lettura ad alta voce è utile: ecco i vantaggi per i bambini e gli adulti sia dal punto di vista fisico che mentale: ecco i motivi per recuperare questa abitudine che va perdendosi.

La lettura dovrebbe diventare un’abitudine fin da piccoli e i vantaggi sono ormai assodati, anche scientificamente. Da sempre, però, la lettura è un momento solitario, mentre si va perdendo la consuetudine di leggere ad alta voce. La lettura a voce alta è stata sempre una prerogativa dei genitori i quali, prima di andare a letto, avevano l’abitudine di leggere una fiaba ai figli, un piccolo rito che faceva bene a grandi e piccini che però non è più “di moda”, mentre la lettura ad alta voce porta solo dei vantaggi, dicono gli esperti. Scopriamo allora quali sono questi vantaggi, sia per gli adulti che per i bambini.

Leggere ad alta voce: i vantaggi per bambini e adulti

La letteratura non nasce con la scrittura; i poemi, le poesie e le canzoni hanno prima avuto ampia diffusione orale, tramandata di generazione in generazione. Questa consuetudine di riunirsi in piccole comunità e raccontare storie è andata scemando alla metà dello scorso secolo, quando radio e tv hanno preso il sopravvento e il salotto di casa ha preso ad essere il ritrovo per i soli componenti della famiglia. Si è persa così la grande tradizione della narrazione orale che, invece, ha enormi vantaggi per tutti.

Per quanto riguarda i vantaggi che ne possono trarre i bambini, la lettura a voce alta permette di contestualizzare i momenti e le situazioni raccontate, permettendo inoltre al piccolo di capire le sensazioni, proprie e altrui, generate dalla storia. La lettura ad alta voce, poi, facilita l’apprendimento scolastico e l’attività mnemonica, oltre a favorire la concentrazione, necessaria per seguire una storia raccontata oralmente. E’ poi un momento di vicinanza familiare, quindi cementa l’affetto, la comprensione e l’armonia, favorendo il dialogo tra genitori e figli. La lettura, sia solitaria che ad alta voce, permette di ampliare il vocabolario: uno studio ha dimostrato come i libri per l’infanzia contengano il 50% di termini nuovi in più rispetto a quelli usati nei programmi tv per bambini; inoltre, la lettura a voce alta aiuta proprio la comprensione stessa della lingua madre: quando il bambino non capisce un termine, può chiedere spiegazione ai genitori, facendolo suo.

Quali sono invece i vantaggi della lettura ad alta voce per gli adulti? La lettura è un gesto innaturale e la scuola purtroppo limita la lettura stessa ad un fatto impositivo, lasciando un cattivo ricordo anche da adulti. Partecipare ad una lettura ad alta voce, leggendo per altri o solo ascoltando, permette di riavvicinarsi al piacere della lettura stessa, liberata finalmente da quell’aura di fatica che la circonda. Se, però, per la lettura ad alta voce per bambini si può interpretare, essere leziosi e un po’ didascalici, la lettura a voce alta degli adulti deve perdere tutti i toni pedanti. Ecco perché sarà importante leggere in modo coinvolgente ma non troppo enfatico. I vantaggi neuro lessicali che troviamo nei bambini vengono applicati anche agli adulti, compresi gli anziani: dunque, non dimenticate mai di coinvolgere i nonni nelle serate di lettura a voce alta!

Articolo scritto da: Elisa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA