Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Tutto quello che c'è da sapere sul riso Venere: proprietà, calorie e cottura più adatta

Cucina - 19 aprile 2017 Vedi anche: Trucchi e consigli in cucina

Scopriamo quello che c'è da sapere sul riso venere: proprietà, calorie e cottura più adatta per fare ottime ricette con questo riso italiano al 100% naturale e senza coloranti.

Il riso Venere è un riso italiano molto aromatico e naturale di color nero ebano. Il suo nome è ispirato alla dea dell’amore, Venere, per la sua particolare bellezza.

Questa particolare tipologia di riso nero è stata ottenuto da un incrocio tra due diverse varietà di riso: uno proveniente dall’Asia e l’altro tipico della Pianura Padana, e non è un prodotto OGM. Un riso nero simile al riso Venere, in Cina, esiste già da secoli ed era considerato un riso regale che poteva essere consumato solo dall’imperatore e dalla sua corte.

Proprietà del riso Venere

Il riso Venere è particolarmente ricco in fibre e minerali come: ferro, zinco, calcio, selenio e manganese, essenziali per il metabolismo delle vitamine. Il colore nero è completamente naturale ed è dovuto alla forte presenza di antociani naturali idrosolubili con pigmenti blu-neri. Gli antociani sono importanti antiossidanti e anti-radicali liberi e sono presenti anche nell’uva nera e nei frutti di bosco (mirtilli, more, lamponi…).

Il riso Venere è ricco di vitamina B ed è naturalmente senza glutine ed è ottimo in molte preparazioni: si mescola facilmente con il pesce, in particolare crostacei, con caviale nero o rosso, ostriche, risotti o insalate esotiche estive, nonchè come contorno accanto a carne bianca o pesce.

Cottura del riso Venere

Cucinare il riso nero Venere è molto semplice.

Riso Venere bollito

  • In una padella alta e doppio fondo versare acqua fredda e un cucchiaino di sale grosso
  • Coprire con un coperchio e portare ad ebollizione, a fuoco alto
  • Versare il riso Venere e lasciare bollire per circa 40 minuti
  • Quando il riso è cotto, scolare con un colino e condire a piacere.

Dosaggio acqua: utilizzare una quantità di acqua circa 5 volte l’acqua di più rispetto al peso di riso: 500 ml di acqua per 100 g di riso.

 

Riso venere in pentola a pressione

  • Versare il riso Venere in una pentola a pressione
  • Coprire con acqua fredda e aggiungere un cucchiaio di sale grosso
  • Chiudere la pentola a pressione con il suo coperchio e da quando entra in pressione (fischio) in 15 minuti il ​​riso è cotto.
  • A cottura ultimata, lasciare raffreddare, aprire il coperchio della pentola a pressione, rimuovere il liquido in eccesso con un colino e condire a piacere.

Dosaggio acqua: utilizzare circa 2 volte l’acqua rispetto al peso di riso: 200 ml di acqua per 100 g di riso.

Cottura Pilaf del riso Venere

  • In una pentola bassa, versare un filo d’olio extravergine di oliva o olio di riso, tritare una cipolla e soffriggere leggermente
  • Aggiungere il riso e farlo tostare, con un pizzico di sale a fuoco alto
  • Coprire il riso con brodo vegetale caldo o acqua bollente; quando il liquido aggiunto inizia a bollire coprire con un coperchio e metterlo in forno a 200 ° C per 30 minuti. Quando il riso è cotto, scolare con un colino, se necessario, e condire a piacere.

Dosaggio acqua: utilizzare circa 2 volte l’acqua rispetto al peso di riso: 200 ml di acqua per 100 g di riso.

Cuocendo il riso con la modalità pilaf è possibile mantenere inalterate tutte le caratteristiche organolettiche e nutrizionali del riso.

Calorie del riso Venere

Apporta circa 380 kcal ogni 100 g. È importante anche il contenuto di antiossidanti, rappresentati dai pigmenti neri, che contrastano i radicali liberi e sembrano avere una azione ipo-colesterolemizzante e protettiva nei confronti di alcuni tumori. Il riso Venere contiene anche una notevole quantità di silicio, oligoelemento utile nella formazione e nella riparazione del tessuto osseo. Il riso Venere ha un’elevata digeribilità.

Leggi anche:

Insalata di riso Venere e salmone

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA