Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

I 6 film sull'adolescenza più belli, da Juno a Noi siamo infinito

Hobby e Casa - 2 agosto 2017 Vedi anche: Libri e cinema

Ecco i 6 film sull'adolescenza più belli per aiutare i ragazzi ad affrontare alcuni temi importanti in questa delicata fase in modo indiretto e intenso, facendo parlare le immagini.

  • L’adolescenza è una delle fasi più delicate della vita di ognuno di noi, caratterizzata da contrasti, confusione, cambiamenti, voglia di autonomia, ricerca della propria identità, scoperta del mondo e comportamenti trasgressivi. Proprio per la grande complessità di sentimenti ed emozioni che porta con sé è bello e utile sviscerare questi temi in modo indiretto, attraverso l’arte. In questo senso il cinema offre un grande apporto, regalando una vasta quantità di film dedicati all’adolescenza e alla sua difficoltà, che possono aiutare i più giovani a sentirsi capiti e simili ai coetanei. Ecco i 6 film sull’adolescenza più belli, da Juno a Noi siamo infinito da vedere.

  • Juno (2007)

    juno

    Il film Juno, di Jason Reitman, offre vari spunti di esplorazione in modo sarcastico, a tratti cinico, e con un linguaggio diretto. Ad esempio:  gli adolescenti come immaginano la famiglia ideale per un figlio? Come affronterebbero un evento che destabilizza la loro vita, come la nascita di un bambino? Quanta forza ci vuole per compiere delle scelte che segnano la propria e altrui vita? L’interpretazione scanzonata e intensa allo stesso tempo di Ellen Page e la sceneggiatura vincitrice del Premio Oscar come Miglior Sceneggiatura Originale ad opera di Diablo Cody fanno sicuramente la differenza.

  • Sweet Sixteen (2002)

    sweet sixteen

    Sweet Sixteen, di Ken Loach, è un film che racconta in modo crudo l’adolescenza nella periferia inglese, fornendo un ritratto spregiudicato, come è nello stile del regista, di un adolescente cresciuto in un ambiente difficile e disagiato, sia a livello sociale che a livello famigliare. Il film fornisce uno spaccato dei quartieri suburbani dove gli adolescenti sono abbandonati a loro stessi e dove le alternative appetibili per sognare una vita e una famiglia migliori comportano spesso scelte difficili e pericolose. Da vedere perché offre uno sguardo intenso alla psicologia adolescenziale tra paure, sogni e spregiudicatezza.

  • Into the wild (2007)

    Into the wild

    La regia di Sean Penn ha trafitto molti cuori e segnato molte anime con il suo Into the Wild, bellissimo film ispirato alla vita di Christopher McCandless, giovane alla ricerca di se stesso e del suo posto nel mondo che decide di compiere un viaggio nelle terre selvagge in solitaria. La pellicola mostra il delicato passaggio dalla dipendenza dei legami affettivi e familiari verso la ricerca della propria autonomia e di sé, attraverso un viaggio fisico e metaforico nelle parti più oscure e impervie della natura e dell’anima, dove sarà possibile mettere alla prova i propri limiti e raggiungere la consapevolezza tanto anelata.

  • Caterina va in città (2003)

    Caterina va in città

    Un bellissimo film italiano sull’adolescenza è Caterina va in città di Paolo Virzì, che affronta, in maniera diretta ma con un tocco di delicatezza, tante tematiche legate all’adolescenza: dalla ricerca dell’identità personale al senso di appartenenza al gruppo dei pari, passando per le prime relazioni “adulte” interpersonali e per l’influenza della figura del leader all’interno del gruppo. Il punto di vista è quello di una ragazzina che si trasferisce a Roma da una piccola cittadina di provincia e che si ritrova a vivere le prime delusioni e difficoltà che la aiuteranno a crescere.

  • Il giardino delle vergini suicide (1999)

    il giardino delle vergini suicide

    Il giardino delle vergini suicide di Sofia Coppola è un film intenso che racconta la storia di cinque sorelle adolescenti, che vivono nell’America borghese di metà anni 70 alla periferia di Detroit, sotto il controllo di una madre bigotta e integralista che le obbliga a pregare e bruciare i dischi considerati fuorvianti dalla retta via. Il padre è molle e assente e le ragazze sono tutte caratterizzate da una bellezza pura e da un grande dolore che le pervade e che le spingerà a compiere un atto estremo che esprime a pieno tutto il loro male di vivere. Un film da vedere insieme agli adolescenti per affrontare in modo profondo il tema del suicidio.

  • Noi siamo infinito (2012)

    Noi siamo infinito

    Noi siamo infinito, di Stephen Chbosky, è la storia di un adolescente introverso e malinconico che ha appena iniziato il liceo e che si porta dentro di sé il disagio di un dolore straziante. Sarà a scuola che troverà tre punti di riferimento importanti, due amici e un insegnante di lettere, per poter cominciare a condividere la sua vita con qualcuno, creando con loro un legame molto intenso. Il film riesce a descrivere bene il periodo adolescenziale ed i suoi turbamenti, affrontando temi come l’amicizia, l’amore e gli orientamenti sessuali, tutti elementi fondamentali che caratterizzano l’adolescenza.

    Leggi anche:

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA