Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

7 cose da tenere a mente se si vuole frequentare un uomo con figli

Amore e Sesso - 18 ottobre 2016 Vedi anche: La Vita di Coppia

Ecco 7 cose da tenere a mente se si vuole frequentare un uomo con figli: quali domande porsi e quale approccio tenere? Un piccolo aiuto per far fronte a una relazione di questo tipo e viverla in modo sereno.

  • Hai conosciuto un uomo che ti intriga e che ti sta facendo perdere la testa, ma hai appena scoperto che ha dei figli ed è subito panico? Non che tu abbia qualcosa contro, sia chiaro, ma forse è una cosa che non ti aspettavi e che non sai nemmeno come gestire. Se ti interessa davvero e pensi che valga davvero la pena approfondire questa conoscenza, allora troverai sicuramente un modo per affrontare la situazione e vivere la tua storia d’amore splendidamente. Come fare? E’ sempre importante porsi delle domande prima di iniziare una nuova storia d’amore per riflettere su ciò che si desidera e ci si aspetta da questo rapporto, per capire la direzione da intraprendere senza delusioni e ferite troppo gravi. Ecco allora 7 cose da tenere a mente se vuoi frequentare un uomo con figli!

  • 1. Sarà un genitore per sempre

    papà e figli

    Se la storia con la madre di suo figlio può dirsi conclusa o morta e sepolta, quella con i figli è infinita e quindi il tuo partner resterà genitore per sempre. Sembra una banalità, ma non lo è affatto. Sono parecchie le persone che non tengono bene in considerazione che il ruolo di padre non è passeggero o a giorni alterni, un padre rimarrà sempre padre anche quando i figli saranno adulti e non avranno più bisogno delle cure dei genitori in modo così determinante come accade in tenera età. Non significa per forza che avrà meno tempo per te o che non ti darà le giuste attenzioni, ma semplicemente che nel suo cuore e nella sua mente ci sono sempre i suoi figli, il dono più bello che il legame precedente gli ha lasciato.

  • 2. Credi davvero in questa relazione?

    credi nella relazione

    È fondamentale che tu ti chieda cosa desideri per te e per la vostra relazione perché avere una storia con un uomo che è padre non è facile e non è adatto a tutte le donne. Non ti devi sentire sbagliata se non ti senti abbastanza forte e motivata per intraprendere questo tipo di relazione ed è meglio essere sincera con te stessa – e con lui – prima che il legame sia troppo forte e il distacco troppo duro. Per capire cosa vuoi poniti delle domande, come: sono disposta a non essere sempre il suo primo pensiero? Sono gelosa del tempo che passa con i bambini?  Voglio avere una rapporto con i suoi bimbi? Vorrei dei figli miei con lui?

  • 3. L’importanza della flessibilità

    flessibilità

    Non esiste situazione che richieda tanta flessibilità come il fatto di frequentare un uomo con figli. Sì, perché un padre può pianificare alla perfezione le sue giornate, ma può capitare che i suoi programmi cambino rapidamente per andare incontro alle esigenze dei figli. Questo implica che la vostra cena potrebbe essere rimandata o che si presenterà a casa tua con un’ora di ritardo perché il suo ruolo di padre premuroso lo ha chiamato a intervenire in qualche faccenda legata ai figli. Non prendertela e cerca di capire la situazione preparandoti sempre un piano B.

  • 4. La sua ex è la madre dei suoi figli

    madre figli

    Ci sono delle volte in cui le ex fidanzate o le ex mogli sono un capitolo chiuso che è bene che rimanga tale, ma quando ci sono di mezzo i figli, questo non è proprio possibile. È quindi probabile che lui abbia ancora dei rapporti con lei, magari contestualizzati e strettamente connesso a questioni legate ai bambini. Il loro rapporto potrebbe essere amichevole o litigioso, ma si tratta pur sempre di un rapporto che dovrai imparare ad accettare. Se credi nella vostra relazione, dovrai sforzarti di accettare questa presenza scomoda che lui non potrà ignorare.

  • 5. Informati sulla custodia dei figli

    custodia figli

    Quali sono gli accordi per la custodia dei figli? Quanto tempo passa insieme ai suoi bambini? Queste domande sono importanti per capire quanto tempo dedicherà a loro e se è lui il genitore che si occupa principalmente della loro cura, così da poter fare una stima indicativa, ma realistica, del tempo che tu e il tuo partner potete passare insieme. Informati anche su come si organizzano per le festività e le vacanze, per capire se hanno intenzione di trascorrerle tutti insieme per il bene dei bambini o se invece si divideranno le feste e le passeranno separati.

  • 6. Vuoi un rapporto con i suoi figli?

    bambini diffidenti

    Questo passaggio spesso avviene dopo un po’ di tempo che la relazione si stabilizza, ma non si è mai troppo preparati all’incontro con i figli del proprio partner. Prima di incontrarli, pensa bene se ti senti pronta e se hai davvero intenzioni serie, perché per lui e per i ragazzi non è affatto una cosa semplice. Metti in conto che potresti non essere ben vista dai figli e che ci vorrà un po’ per vincere la loro diffidenza e instaurare un rapporto sincero. Questa fase molto delicata richiede una grande prova di maturità da parte tua, qualità che ti permetterà di pensare prima di agire, di non cadere alle provocazioni e di mantenere sempre un certo distacco per non invadere troppo i confini del loro territorio papà-figli. Purtroppo il rapporto con i figli del tuo compagno è un aspetto piuttosto complicato che dipende da molte variabili che spesso non puoi controllare: non sentirti sbagliata o in difetto se all’inizio l’approccio è difficoltoso e metticela sempre tutta!

  • 7. Il dialogo è fondamentale

    dialogo

    Che il dialogo in una coppia sia fondamentale lo sappiamo tutti, ma ci sono situazioni in cui la comunicazione diventa essenziale. In una relazione con un uomo con figli, parlare, spiegare e chiarirsi diventa uno step imprescindibile per portare avanti il rapporto. Chiedi a lui di esternare i suoi pensieri e le sue emozioni e impegnati a fare lo stesso con lui, esponendogli i tuoi dubbi o le eventuali difficoltà che puoi riscontrare nella relazione. Al contrario di quanto si possa pensare, esprimere le proprie emozioni è sinonimo di maturità e non di debolezza, quindi fatti forza e chiedigli tutto quello che vuoi sapere sulla sua vita di padre ed esponigli le tue perplessità o quello che ti preoccupa così da avere un rapporto trasparente e sincero a 360 gradi.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA