17enne rischia di morire dopo 400 tiri a settimana con la sigaretta elettronica

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una ragazza di 17 anni, Kyla Blight, è stata ricoverata d’urgenza in ospedale con un polmone collassato dopo aver inconsapevolmente svapato l’equivalente di 400 sigarette in una sola settimana. Kyla è collassata e diventata “blu” mentre dormiva a casa di un’amica, ed è stata sottoposta a un intervento chirurgico di cinque ore e mezza per rimuovere parte del polmone dopo che il suo cuore aveva quasi smesso di battere. Lo racconta il Mirror.

Il padre lancia l’allarme

Il padre di Kyla, Mark Blight, “terrorizzato” dall’accaduto, sta ora esortando i genitori a essere consapevoli dei pericoli potenzialmente letali dello svapo. Nel caso di Kyla, si è sviluppata una piccola bolla d’aria nel polmone, nota come bleb polmonare. Si ritiene che la bolla sia scoppiata a causa dell’eccessivo svapo, causando il collasso del polmone.

4000 “tiri” a settimana

Kyla aveva solo 15 anni quando ha iniziato a svapare e spesso consumava una sigaretta elettronica da 4.000 tiri a settimana, l’equivalente in nicotina di 400 sigarette. Su Facebook, il padre Mark ha esortato i giovani a gettare via le sigarette elettroniche perché “non ne vale la pena”.

Intervento d’urgenza

Mark ha raccontato di essere stato svegliato alle 4 del mattino dalla notizia del collasso della figlia. Kyla è stata portata d’urgenza in ospedale e operata per rimuovere la bolla d’aria. Durante l’operazione, Kyla ha avuto una crisi epilettica ed è stata vicina all’arresto cardiaco. Il chirurgo ha spiegato a Mark che le sigarette elettroniche usa e getta possono causare la formazione di queste bolle, che possono scoppiare e perforare i polmoni.

Problemi di salute precedenti

I problemi di salute di Kyla erano iniziati a novembre 2023, quando era stata ricoverata in ospedale per quello che si pensava fosse un attacco di cuore. Una radiografia aveva rivelato un buco nel polmone, sviluppatosi da una bolla polmonare. A febbraio 2024, Kyla era stata dichiarata guarita, ma a maggio la bolla è scoppiata, causando il collasso del polmone.

Avvertimento per i Genitori

Mark, che ha svapato per 13 anni senza problemi per smettere di fumare, mette ora in guardia contro l’uso delle sigarette elettroniche usa e getta, dopo aver visto l’impatto sulla salute di Kyla. “Le persone sottovalutano quanto possano essere pericolose”, ha detto. “Direi ai genitori che guardare i propri figli fare questo significa passare quello che ho passato io. Non ne vale la pena”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria