Meghan e Harry, lo sconforto della Regina Elisabetta

di Alice Marchese


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

«La sovrana non è arrabbiata, è semplicemente triste», rivela un insider al Sun. «D’altronde ha sempre sostenuto Harry e, fin da piccolo, è stata protettiva nei suoi confronti». L’intervista bomba di Harry e Meghan per Oprah Winfrey ha scatenato una profonda amarezza e una rottura definitiva con la Royal Family.


Facendo un tuffo nel passato, ci si rende conto che la Regina si è sempre preoccupata della serenità del nipote anche quando sulla scena è arrivata Meghan: «C’è stato il royal wedding e lui sembrava davvero felice», ha concluso.

Uno stato d’animo che nel giro di poco tempo si è tramutato in collera, tanto da spiattellare in mondovisione questioni familiari di carattere privato.
L’accusa di razzismo è stata senza dubbio il passaggio dell’intervista più doloroso per la sovrana che – nonostante sia stata scagionata subito dagli stessi Sussex – ha avviato un’indagine per fare chiarezza sull’increscioso (ma ancora ipotetico) episodio.
Insomma, chi si immagina una Elisabetta «infuriata» si prepari a fare retromarcia. Per Sua Maestà, nonostante gli scandali, la felicità di Harry resta al primo posto.

Continua il silenzio di Carlo. Anche Michelle Obama ha espresso il suo parere a riguardo.
Il mondo, travolto dallo stupore della notizia e delle rivelazioni, sta prendendo le difese di Meghan e Harry, ma c’è anche chi si discosta da quello che è stato detto.

L’intervista bomba ha provocato degli effetti non di poco conto: il comunicato era sulla scrivania, bisognava solamente ratificarlo. Nel dayafter dell’intervista bomba rilasciata dai Sussex a Oprah Winfrey, si vocifera che a Buckingham Palace fosse già pronta una risposta dai toni – nei limiti del possibile – «concilianti». Eppure, stando a quanto riporta il Times, la regina Elisabetta si sarebbe «rifiutata di firmare» l’atto, prendendosi qualche altra ora di riflessione.

«La famiglia reale è una famiglia razzista, signore?». È una domanda umiliante, quella a cui il principe William, secondo in linea di successione al trono britannico, si è trovato ieri costretto a rispondere senza il consueto aplomb: «Non siamo affatto una famiglia di razzisti» («Wère very much not a racist family»).

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

I Campionati Mondiali di calcio femminile si avvicinano: il prossimo 20 luglio verrà fischiato il calcio d’inizio della partita inaugurale tra Australia (una delle nazioni ospitanti insieme alla Nuova Zelanda) e l’Irlanda. Trentadue squadre provenienti da tutto il mondo si sfideranno per contendersi il prestigioso titolo, che sarà assegnato il 20 agosto 2023. Una Coppa […]