24 aprile 2018 |

Le più belle frasi sul 25 aprile, la Festa della Liberazione

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Appassionanti, vitali, imperiture: sono le più belle frasi sul 25 aprile, la Festa della Liberazione che come ogni anno da oltre 70 anni ci ricorda che siamo liberi grazia al sacrificio dei Partigiani.

Il 25 Aprile è la Festa della Liberazione, liberazione dalle dittature e soprattutto, dal Fascismo. E’ una data storica che vide finalmente libero il nostro popolo, dopo anni di guerra, di sopportazione e di dolore.

Nulla fu vano, dicono queste belle frasi sul 25 aprile, grazie all’operato dei Partigiani che con la loro Resistenza liberarono finalmente l’Italia e tutte le generazioni future da tante ingiustizie. Al 25 Aprile e alla Festa della Liberazione molte voci celebri e meno celebri hanno dedicato bellissime frasi da ricordare in questo giorno della Festa della Liberazione.

Frasi sul 25 Aprile

25 Aprile. Una data che è parte essenziale della nostra storia: è anche per questo che oggi possiamo sentirci liberi. Una certa Resistenza non è mai finita. (Enzo Biagi)

La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare. (Pietro Calamandrei)

Oggi la nuova Resistenza in che cosa consiste. Ecco l’appello ai giovani: di difendere queste posizioni che noi abbiamo conquistato; di difendere la Repubblica e la democrazia. E cioè, oggi ci vuole due qualità a mio avviso cari amici: l’onestà e il coraggio. L’onestà… l’onestà… E quindi l’appello che io faccio ai giovani è questo: di cercare di essere onesti, prima di tutto; la politica deve essere fatta con le mani pulite. […] Se c’è qualcuno che da’ scandalo, se c’è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, deve essere denunciato! (Sandro Pertini)

È meglio la peggiore delle democrazie della migliore di tutte le dittature. (Sandro Pertini)

Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti. (Antonio Gramsci)

Fuori, nei pascoli montani, fra rupi e bucaneve, veglia paterna l’indomita famiglia partigiana. (Carlo Perasso)

La Resistenza era stata un fatto straordinario. Aveva realizzato una unità veramente eccezionale che andava dagli ufficiali badogliani agli operai comunisti. (Nilde Iotti)

Oggi la nuova Resistenza consiste nel difendere le posizioni che abbiamo conquistato; difendere la Repubblica e la democrazia. (Sandro Pertini)

La Resistenza rappresentò la fusione tra paesaggio e persone. (Italo Calvino)

Ma lei, avendo la possibilità di fare qualcosa, cosa avrebbe fatto vedendo uomini, donne e bambini massacrati senza un motivo se non l’odio e la violenza? Vorrei che i giovani si interessassero a questa mia storia unicamente per pensare, oltre a quello che è successo, a quello che potrebbe succedere e sapere opporsi, eventualmente, a violenze del genere. (Giorgio Perlasca , funzionario, filantropo e commerciante italiano)

Un popolo rimane libero anche se lo mettono in catene, se lo spogliano di tutto, se gli chiudono la bocca; un popolo rimane ricco anche se gli tolgono il lavoro, il passaporto, la tavola su cui mangia, il letto in cui dorme. Un popolo diventa povero e servo quando gli rubano la lingua ereditata dai padri: allora sì, è perso per sempre! (Ignazio Buttitta)

 

Sulla neve bianca bianca

c’è una macchia color vermiglio;

è il sangue, il sangue di mio figlio,

morto per la libertà.

(La madre del Partigiano, di Gianni Rodari)

Resistenza è la gente che si dà la mano e muore e vuole salvare le fabbriche per il lavoro, vuole la terra per il contadino, campi puliti dalle mine.  (Renzo Nanni, poeta e scrittore italiano)

Potrebbe interessarti anche