Bere latte da adulti fa bene o male? Cosa dice la Scienza

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La domanda è comune: il latte va bevuto anche in età adulta? Secondo le pubblicità che ogni giorno vediamo in TV sì. Più latte beviamo, più abbiamo ossa forti. Tuttavia, uno studio pubblicato nel 2014 sul British Medical Journal ha messo in discussione questa asserzione.

I ricercatori, in una nota, hanno spiegato: “I nostri risultati potrebbero mettere in discussione la validità delle raccomandazioni che sostengono il consumo di grandi quantità di latte per prevenire le fratture”.

Lo studio, nel dettaglio, ha mostrato che un consumo elevato di latte negli adulti aumenterebbe il rischio di fratture ossee. Insomma, il contrario della percezione comune. E non finisce qui perché il consumo eccessivo di latte potrebbe persino essere associato a un tasso di mortalità più alto.

Il latte, si sa, contiene vitamina D, fosforo, calcio, proteine… Bevanda perfetta per un bambino in crescita. E per gli adulti? Beh, nonostante lo studio appena citato, ha anche dei vantaggi per la salute, a meno che non ci sia intolleranza al lattosio.

Vasanti Malik, professore di Harvard specializzato in nutrizione, ha spiegato a USA Today che “il latte non è necessario per gli adulti (…) ma può far bene”, aggiungendo che “non c’è davvero alcun motivo per consumare latte a meno che non ci piaccia. (…) Gli adulti tendono ad avere una dieta più varia, quindi probabilmente ottengono questi nutrienti da altri alimenti”.

Quindi, bere latte da adulti con moderazione non rappresenta un problema ma altri alimenti possono rappresentare una fonte di calcio, come i broccoli, le arance o i fichi. E si può sostituire il latte con altre bevande, come quelle a base di soia, mandorle e riso.

LEGGI ANCHE: Cosa succede al nostro corpo con la dieta senza lattosio.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Nel Nord America sta destando molta preoccupazione tra gli scienziati e ambientalisti una nuova patologia dal nome insolito: la malattia del “cervo zombie”, nota anche come patologia da deperimento cronico (CWD). La malattia ha colpito già 800 cervi e alci nello stato del Wyoming, un numero spropositato se si considera che il primo caso era […]

Soprattutto con l’avanzare dell’età, l’osteoporosi è una malattia che può presentarsi frequentemente: assottiglia la struttura interna delle ossa tanto che basta anche una piccola caduta o urto contro per causare una frattura. Questo può accadere in qualsiasi punto dello scheletro, ma sono soprattutto le fratture del polso, dell’anca e della colonna vertebrale a presentarsi con […]

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]