28 giugno 2018 |

Olio di arnica, tutte le proprietà e le controindicazioni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Molto utilizzato dagli sportivi, l’olio di arnica è un toccasana in caso di lussazioni, infortuni e nel trattamento dei dolori cervicali. Ecco come utilizzarlo e quali prodotti scegliere per beneficiare di tutte le proprietà dell’olio di arnica. Attenzione però anche alle controindicazioni!

Avete mai sentito parlare dell’olio di arnica? Si tratta di un olio essenziale che vanta tantissime proprietà benefiche ma che in certe circostanze può anche presentare qualche controindicazione. L’olio di arnica viene ricavato dai fiori dell’arnica montana, una pianta della famiglia delle Composite particolarmente ricca di flavonoidi che cresce in alta montagna. Scopriamo insieme tutte le proprietà dell’olio di arnica e le sue controindicazioni.

Proprietà benefiche dell’olio di arnica

Questo olio vanta comprovate proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e analgesiche, inoltre è un toccasana per la circolazione e viene utilizzato anche in caso di traumi, contusioni e fratture perché previene la formazione dei versamenti, quindi anche di lividi ed ematomi da urto. Inoltre è molto utilizzato in caso di strappi muscolari e dolori articolatori: non è un caso che venga usato dagli sportivi per lenire l’infiammazione muscolare. Si può poi usare in tutte quelle circostanze in cui avremmo bisogno del ghiaccio, in caso di infortuni, incidenti e lussazioni, ma può essere usato anche come olio per i massaggi decontratturanti. Si può utilizzare l’olio di arnica anche per la cervicale e per le infiammazioni del tratto lombare.

Olio di arnica per i capelli

Questo oleolito inoltre sarebbe molto utile anche in caso di perdita dei capelli, perché ne favorisce la crescita, motivo per cui viene spesso utilizzato sia da uomini che donne come lozione da massaggiare sul cuoio capelluto.

Olio di arnica per la cellulite

Secondo divere ricerche l’olio di arnica, al pari di quello di mandorle, rende la pelle più elastica e idratata e contribuisce anche a tonificarla; per questo motivo può essere adoperato anche come prodotto per il trattamento della cellulite e di vari inestetismi della pelle, come per esempio le smagliature.

Olio di arnica: come utilizzarlo

Questo olio può essere applicato sulla pelle sotto forma di lozione, crema oppure olio, ma attenzione alla scelta del prodotto perché sul mercato ce ne sono alcuni che contengono pochissime quantità di arnica, quindi nella scelta meglio leggere le etichette e scegliere i prodotti a base di arnica che contengono pochi ingredienti ma maggiori concentrazioni di arnica. Potete utilizzare questi prodotti dalle due alle quattro volte al giorno sulle zone interessate, massaggiando la lozione fino al completo assorbimento.

Controindicazioni

Bisogna premettere che l’olio d’arnica, così come tutte le lozioni che lo contengono, può essere usato solo per via esterna. Inoltre non va applicato sulla cute lesa o sulle ferite aperte e in caso di reazione allergica è il caso di sospendere immediatamente l’utilizzo. Inoltre, nei soggetti predisposti, l’olio di arnica, per via della presenza di elenalina, può essere causa di dermatite da contatto: anche in questo caso bisognerà sospendere il trattamento. Inoltre ne viene sconsigliato l’uso durante gravidanza e allattamento.

LEGGI ANCHE:

Arnica, tutte le proprietà e i benefici per la salute 
Dolori neuropatici, cosa sono e come combatterli

Potrebbe interessarti anche