14 marzo 2018 |

Tutti gli usi e e proprietà del mangostano, un profumato frutto tropicale

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Scopriamotutti gli usi e e proprietà del mangostano, il frutto tropicale ipocalorico e ricchissimo di sali minerali, profumato e saporito.

Il mangostano è un frutto tropicale profumato e gustoso, la cui polpa somiglia per forma e dimensioni a quella di un mandarino, ma la cui scorza è quasi legnosa e color melanzana.

La pianta del mangostano, il cui nome originale è Gracinia mangostana L., conosciuta anche con il nome inglese di Mangosteen, è originaria del sud-est asiatico, dove le popolazioni locali consumano abitualmente il mangostano come frutto, succo o come rimedio naturale per la cura di diversi disturbi. Pare, infatti, che gli effetti benefici del mangostano siano veramente tantissimi!

Scopriamo quindi tutti gli usi e e proprietà del mangostano per la salute.

Proprietà e usi del mangostano

Il mangostano contiene nella sua polpa delle sostanze benefiche quali grassi insaturi, vitamine del gruppo C e B, Niacina, Tiamina, fibre, minerali come rame, manganese, magnesio, calcio e potassio e xantoni.

Esso, inoltre, ha solo 73 calorie per 100 grammi di frutto e pochissimi zuccheri, cosa che fa di lui un frutto ipocalorico.

Una delle proprietà del mangostano più potenti e interessanti riguarda il suo effetto sull’intestino, in quanto questo frutto agisce sulle pareti intestinali e riequilibra la flora batterica. Le popolazioni asiatiche usano infatti preparare un decotto di corteccia di mangostano per combattere diarrea, gonfiori intestinali e costipazione.
Oggi anche il Occidente il succo di polpa di mangostano, grazie al notevole contenuto di fibre e vitamine, è consigliato al mattino per tutti coloro che soffrono dei più comuni disturbi del tratto intestinale.

Come anti-infiammatorio della pelle, il mangostano contrasta fenomeni infiammatori della cute come acne, eczemi e psoriasi. Uno degli usi del mangostano come rimedio naturale è l’applicazione di unguenti a base di mangostano direttamente sulla zona da trattare.

Come antiossidante, il mangostano previene la formazione di rughe e migliora l’elasticità e l’idratazione della pelle grazie alla presenza di xantoni. Esso rafforza anche le difese immunitarie grazie al fatto che sinergicamente protegge e stimola il tratto intestinale dove risiede la nostra flora batterica. Per questo è utilizzato per combattere febbre e raffreddore.

Protegge infine cervello e sistema nervoso. Recenti studi sul mangostano, infatti, hanno dimostrato che questo frutto ha effetti protettivi sul cervello e sul sistema nervoso e aiuta a prevenire malattie degenerative come l’Alzheimer o il Parkinson.

Usi del mangostano

Reperire il frutto fresco di mangostano in Italia può essere complicato, mentre è più facile acquistare il suo succo. Attualmente in commercio, oltre al succo di mangostano, sono anche disponibili l’olio di mangostano, le caramelle al mangostano e gli integratori di mangostano.

Effetti collaterali del mangostano

Per quanto riguarda eventuali effetti collaterali del mangostano, ad oggi è stato riscontrato che, probabilmente, una dose eccessiva di xantoni in esso contenuti può interferire con la normale coagulazione del sangue. E’ consigliabile quindi consultare un medico prima di assumerlo in caso di possibile interferenza con cure anticoagulanti e anche se in stato di gravidanza e allattamento.

Inoltre, pare che, tra le altre proprietà del mangostano ci sia quella di aumentare il numero di globuli rossi. E’ quindi sconsigliato in caso di poliglobulia essenziale o malattia di Vaquez.

Potrebbe interessarti anche