26 Settembre 2016 |

Infezioni vaginali, come lavare la biancheria intima

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Infezioni vaginali, i consigli per lavare la biancheria intima correttamente evitando l’eventuale recidività di patologie come la candida, spesso difficili da debellare completamente. Ecco quali sono le regole da seguire per il lavaggio di slip e asciugamani.

I più comuni sintomi delle infezioni vaginali sono prurito, bruciori e perdite, che come saprete possono variare sia in termini di colore che di consistenza a seconda del caso specifico. Di solito per evitare di sentirci poco pulite durante il giorno, specialmente se passiamo l’intera giornata fuori, preferiamo utilizzare un salvaslip o un assorbente nel caso in cui le perdite siano abbondanti, ma in realtà in questo modo non facciamo altro che creare un ambiente caldo e umido ideale per lo sviluppo dei germi, motivo per cui molto spesso in caso di infezioni intime il ginecologo ci consiglia di non farne uso se non strettamente necessario.

Non utilizzando nessun tipo di tampone, però, dobbiamo porci il problema di lavare accuratamente tutta la biancheria intima, specialmente se consideriamo patologie difficili da debellare che hanno una percentuale di recidività molto alta, come nel caso della candida.

Sono proprio gli slip in questi casi che potrebbero veicolare la comparsa di funghi e batteri che possono ripristinare lo stato di infezione nonostante abbiate seguito dettagliatamente la cura e tutte i consigli del medico, che molto spesso dimentica di avvisarvi che per in questa fase bisogna lavare con cura e adeguatamente tutto ciò che entra in contatto diretto con la zona intima. Dunque ecco tutte le dritte e le istruzioni da seguire per il lavaggio dei capi intimi in caso di infezioni vaginali.

Come lavare la biancheria intima in caso di infezioni vaginali

Partiamo dal presupposto che la prevenzione contro le infezioni vaginali comincia proprio dalla scelta della biancheria intima, dunque è bene prediligere fibre naturali come il cotone e la seta ed evitare i tessuti sintetici, che invece non consentono una corretta traspirazione e favoriscono i ristagni di umidità. Gli slip vanno cambiati spesso durante il giorno e andrebbero lavati, insieme agli asciugamani che usate per le zone intime, con detergenti naturali, come il classico sapone di Marsiglia, o in generale con prodotti privi di coloranti e soda caustica. Dimenticate di lavare gli slip a mano perché per igienizzare la biancheria e debellare batteri e funghi sarà necessario lavare i capi a temperature molto alte: in lavatrice è consigliabile fare un lavaggio a 90 gradi. È possibile lavare insieme biancheria intima e asciugamani, ma se possibile evitate di mescolarli con gli altri capi.

Potrebbe interessarti anche