23 maggio 2014 |

Allergie in gravidanza, come affrontarle

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Polvere, muffe, pollini, peli di gatto ecc. sono tutti allergeni ambientali che possono scatenare reazioni allergiche…specie in gravidanza.

Circa un quarto di tutte le donne incinta, infatti, hanno sofferto di allergie sebbene non fossero allergiche prima della gravidanza!

La causa maggiore sono gli ormoni che, inducendo una vasodilatazione e un gonfiore delle vie nasali, possono provocare attacchi di allergia inattesi

Che cosa si può fare?

Se siete incinta e avete attacchi allergici, dovete prima di tutto evitare gli antistaminici o i cortisoni finchè il dottore non vi darà un via libera. parlare con il vostro medico è FONDAMENTALE PER INDIVUDUARE LA CURA.

Nella maggior parte dei casi, si è visto che gli antistaminici sono abbastanza sicuri per la gravidanza e non mettono a rischio il feto. Tuttavia, gli allergologi sono d’accordo sul fatto che è meglio non assumere farmaci di questo tipo senza la prescrizione medica.

I decongestionanti contengono la pseudoefedrina da evitare assolutamente durante il primo trimestre, quando i rischi per il feto sono più elevati.

Prevenzione e cura delle allergie in gravidanza

Sia che siate soggetti allergici o non lo siate mai stati, se avete scoperto di essere incinta, dovreste evitare di avere a che fare con esposizioni a fattori di rischio quali: peli di gatto, pollini, muffe e acari della polvere. I gatti, in particolare, vanno evitati anche per la toxoplasmosi.

Stare lontano da persone che fumano e cercare di evitare prodotti chimici (come diluenti per pittura, detersivi ecc.), previene le reazioni allergiche.

Infine, se proprio siete incappate in una allergia, potete ricorrere nei rimedi omeopatici o naturali contro le allergie.

Rimedi naturali contro l’allergia in gravidanza

Per liberare le vie respiratorie, placare le lacrime e il prurito, uno dei migliori metodi sono i lavaggi nasali.

In erboristeria troverete delle pomate e dei prodotti fitoterapici, meglio se topici, per attenuare gli effetti allergici.

La foglia di ortica è un antistaminico naturale che può essere molto efficace in quanto blocca naturalmente la capacità del corpo di produrre istamina. Può essere assunto in capsule o come tisana sempre sotto consulto dell’erborista.

Se mescolato con foglie di menta piperita e foglie di lampone rosso è un rinfrescante e da sollievo dai pruriti.

Una recente ricerca ha messo in evidenza la correlazione tra batteri benefici nell’intestino e una riduzione delle allergie. Risultato: i probiotici combattono le allergie.

Il talco mentolato sulle zone arrossate può dare refrigerio.

Non ci sono molte prove scientifiche a sostegno di ciò, ma pare che il consumo di miele aiuti il corpo ad adattarsi agli allergeni dell’ambiente.

Anche la dieta può contribuire a combattere e prevenire i problemi di allergia. Mangiare più frutta e verdura aiuta a riequilibrare il sistema immunitario e combattere meglio i sintomi dell’allergia.

Potrebbe interessarti anche