Quante auto elettriche ci sono in Italia?

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

 L’Italia è il paese europeo dell’automotive. Non ci sono altri paesi che vantano un parco macchine così ampio. O meglio, non ci sono nazioni in cui l’89% dei cittadini detiene un’auto. La media europea è di ben dieci punti percentuali in meno. 

Ma quante auto elettriche ci sono in Italia?

Il 17% delle auto presenti in Italia ha più di 19 anni e questo è un problema in termini di inquinamento e di emissioni. La strada per una mobilità più green è fondamentale e dovrebbe essere corredata di incentivi verso l’elettrico. Non solo, di dotazioni legate all’infrastruttura di ricarica, che deve essere nuova, performante, efficiente e diffusa. La scarsa presenza di incentivi per le auto elettriche, la scarsa propensione al nuovo che configura le scelte normative del governo, sembrano spostare in avanti la transizione all’elettrico. Il parco macchine elettrico è, infatti, molto ristretto.

In Italia la vendita di auto elettriche è in rallentamento. I motivi possono essere molteplici: da una parte una scelta legata al prezzo, che è molto più alto rispetto alle auto a combustione interna tradizionali (ICE). Si paga sicuramente una tecnologia diversa, più performante, ma allo stesso tempo con minor autonomia. Si sconta, poi, il problema fondamentale dell’autonomia, che è ancora molto basso e con tempi di ricarica ancora abbastanza lunghi rispetto alle auto ICE. Per questo, le auto elettriche sono “solo” 200mila. Il dato mostra una crescita importante. Rispetto a tre anni fa, infatti, le vetture completamente elettriche sono il doppio. Ma la crescita delle Plug-in Hybrid è in diminuzione, mentre le BEV, le auto completamente elettriche, registrano una lenta, ma comunque presente crescita.

Quali sono le auto elettriche più vendute in Italia

Rispetto alle classiche auto a combustione interna, le auto elettriche vendute sono in prevalenza Tesla. Smarcata quindi la Fiat 500e. Ai primi posti ci sono Tesla Model Y, ormai regina indiscussa della transizione all’elettrico, e Tesla Model 3. Tesla è ormai sinonimo di elettrico, nonostante le valutazioni in termini di sicurezza e di affidabilità non la premino rispetto ad altri marchi di auto tradizionali. Tuttavia, in termini di branding, Tesla è riuscita a mostrarsi imperante, tanto da risultare l’auto più venduta al mondo nel primo trimestre nel 2023, con una crescita in continuo incremento. Interessante notare che solo l’anno scorso Tesla Model Y è diventata la quarta auto più venduta al mondo con un 88% di crescita di immatricolazioni rispetto al 2021.

Terzo posto per Fiat 500e, molto richiesta anche all’estero. L’utilitaria elettrica della casa torinese è ormai rilevante anche nel mercato europeo, dove è molto richiesta grazie alle sue dimensioni compatte, senza essere però una microcar. Adatta alla città, non ha le dimensioni dei crossover delle altre case automobilistiche.

Oltre a queste ci sono le microcar. Citroen Ami e la nuova Fiat Topolino sembrano essere un buon compromesso per chi vuole un’auto compatta, da parcheggiare ovunque, con poca autonomia ma con una facilità di ricarica straordinaria. E poi queste auto si possono guidare col patentino perché non superano i 50 km/h.

Pexels.com

Nel futuro cambierà qualcosa?

Volkswagen sembra voler puntare sul segmento più economico, con la ID. 2, la più piccola della casa automobilistica tedesca, che dovrebbe costare meno di 25mila euro. Una sua simile dovrebbe essere la prossima Skoda, anch’essa elettrica. nel 2024 dovrebbe arrivare anche la Citroen C3, con la base simile a quella prodotta per il mercato indiano.

Anche Tesla sembra voler sfidare il mercato con una propria compatta economica, che punterebbe su un altro tipo di clientela rispetto a quella finora perseguita. Si tratta di Tesla Model 2. Questo modello sarebbe meno accessoriato e avrebbe forse la stessa autonomia delle attuali, mentre i modelli più grandi dovrebbero aumentare la propria autonomia oltre i 700km.

Il futuro di Fiat e Lancia

Il futuro di Fiat sembra puntare sull’elettrico. La nuova 600e è emblema di questo cambiamento, insieme alla Fiat Topolino, di cui abbiamo già parlato. Le prossime uscite riguarderanno la nuova Fiat Panda e, qualcuno dice, anche la nuova Multipla.Lancia, invece, vuole tornare sul mercato con altre auto, perseguendo la volontà di tornare alle origini, ovvero su un pubblico premium. La concept car Pu+ra sembra essere il manifesto di un futuro prossimo improntato sulla tecnologia, la performance e l’affidabilità. Il design unico sembra davvero portare un grande restyling, di tutto rispetto per la nuova Ypsilon 2024 e le prossime auto, forse con il ritorno della Delta. Tutte elettriche, con oltre 700km di autonomia.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il 3 giugno 1946 è una data storica per il mondo della moda. A Parigi, il designer di moda Louis Réard presentava per la prima volta il bikini, un indumento destinato a rivoluzionare per sempre non solo l’abbigliamento da spiaggia, ma anche il concetto di femminilità e libertà. Secondo la professoressa Valeria Magistro, docente di […]

Chi vive in città costiere è abituato alla presenza dei gabbiani, ma negli ultimi anni questi uccelli si sono adattati anche agli ambienti urbani, diventando una presenza costante anche in città. Attirati dai rifiuti alimentari e dai luoghi di nidificazione sicuri, i gabbiani possono arrecare fastidio, disturbando con i loro richiami, danneggiando proprietà e lasciando […]

Foto di Thibault Penin su Unsplash Giugno 2024 si preannuncia un mese emozionante per gli abbonati di Netflix. Con una ricca selezione di nuovi film e serie TV, c’è qualcosa per tutti i gusti. Da commedie esilaranti a thriller mozzafiato, da documentari storici a serie animate, le novità del prossimo mese promettono di intrattenere e […]